Circa 384 risultati

Risultati per il tag: #grandiepiccoliperché

VIRGILIO KIDS PUBBLICATO IL

Perché ci sono almeno due piloti sull'aereo

Nei film che parlano di aerei, sia del filone comico che di quello catastrofista, in ogni cabina di pilotaggio degli aeroplani ci sono sempre almeno due persone ai pannelli di comando: inconvenienti surreali o cattivissimi dirottatori, quindi, hanno il loro bel da fare per mettere fuori combattimento un intero equipaggio! Ma anche nella realtà, sui voli di linea con tanti passeggeri, ci sono comunque due piloti. Perché sono necessari?

Volare mantenendo sempre il massimo della concentrazione è estremamente stressante: è importante, quindi, che il comandante del velivolo sia affiancato da un copilota, che lo possa assistere, alleggerendo il carico di lavoro da svolgere durante il volo.

Mentre il capitano è responsabile della sicurezza del mezzo, del carico e dei passeggeri, il primo ufficiale presente in cabina si occupa di mantenere il contatto con le torri di controllo e di effettuare tutti i calcoli riguardanti la rotta e le eventuali variazioni che possono rendersi necessarie durante il viaggio: su tratte intercontinentali per cui il volo dura parecchie ore, ad esempio, i piloti si alternano ai comandi per evitare che il comandante si affatichi troppo e su alcuni velivoli è disposta la presenza anche di un terzo e addirittura un quarto pilota per poter effettuare dei turni durante il volo e garantire una maggior sicurezza ai viaggiatori.

Oggi hai imparato perché ci sono almeno due piloti su un aereo!

Tutti i video
seguici su