Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx TAG arrowDx ARRUGGINIRE

Risultati per il tag: arrugginire

1 risultato
VIRGILIO BAMBINI 03 OTTOBRE 2019

Perché il ferro arrugginisce?

Perché il ferro arrugginisce? La capacità di fondere e modellare il ferro ha dato una svolta alla vita degli uomini preistorici, che grazie alla lavorazione di questo metallo, hanno potuto costruire armi, utensili e decorazioni più resistenti di quelle precedenti, in rame e bronzo. Fin da allora, però, il nemico numero uno di questi manufatti è stata la ruggine! Ma perché il ferro arrugginisce? La ruggine è un insieme di sostanze corrosive, che si sviluppano grazie all’ossigeno che si combina con l’umidità, sia quella dell’acqua allo stato liquido, che quella del vapore presente nell’aria: ha un caratteristico colore bruno rossastro e aggredisce gli oggetti di ferro, arrivando con il tempo a sbriciolarli. Il processo che permette il formarsi della ruggine si chiama “ossidazione” e il ferro ne è particolarmente soggetto, al contrario di altri metalli come l’oro o il platino e di leghe metalliche come l’acciaio che si usa, ad esempio, per le pentole e che quando è composto da ferro, carbonio e cromo, è definito “inossidabile”. A livello chimico, il ferro arrugginisce perché l’ossigeno strappa via gli elettroni dei suoi atomi, indebolendolo: per questo motivo, se lo si ricopre con uno strato di un altro metallo più facilmente ossidabile, come lo zinco, l’aria e l’umidità corroderanno solo la superficie zincata, lasciando il ferro intatto. Questo tipo di protezione, ad esempio, si usa per le chiglie delle navi ed è stato scoperto dal chimico inglese Sir Humphry Davy nel 1824. Oggi hai imparato perché il ferro arrugginisce!

Caricamento contenuti...