Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx TAG arrowDx AZIENDA

Risultati per il tag: azienda

8 risultati
QUIFINANZA BUONO A SAPERSI 16 MARZO 2020 2.214 visualizzazioni

RSA e RSU: cosa sono e differenze

Per garantire la tutela dei diritti dei lavoratori esistono due tipologie di rappresentanze sindacali, comunemente denominate RSA e RSU. Ecco cosa sono e quali sono le differenze.

 

La RSA (introdotta con la legge 300/1970) è la rappresentanza sindacale aziendale e tutela (all’interno di unità produttive con almeno 15 dipendenti)  tutti i lavoratori iscritti ad un determinato sindacato. La RSU, invece, (istituita negli anni ’90) è la rappresentanza sindacale unitaria e coinvolge tutti i lavoratori di un’azienda, indipendentemente dall’iscrizione ad un sindacato.

 

Nonostante gli obiettivi possono in molti casi sovrapporsi, le differenze tra le due realtà sono importanti. Le RSA non partecipano alla contrattazione aziendale e vengono elette esclusivamente dagli iscritti ad un particolare sindacato, tutelando quindi unicamente i suoi iscritti; inoltre, non prevedono un metodo di voto, al contrario delle RSU (in cui devono votare almeno il 50% + 1 degli elettori).

 

Le RSU, invece,  partecipano alla contrattazione aziendale, occupandosi della rappresentanza generale dei lavoratori. Per loro, le elezioni coinvolgono tutti i lavoratori, senza obbligo di adesione ad un sindacato.

 

Gli eletti (in carica per 3 anni) non sono funzionari del sindacato e non diventano sindacalisti di professione; la loro mission è la tutela collettiva dei lavoratori, attraverso il controllo dell’applicazione del contratto. Così, qualora insorgessero problemi col datore di lavoro, possono farsi carico della loro risoluzione, passando la pratica a sindacati o legali solo nel caso in cui continuino a verificarsi.

 

 

Tutti i video

Caricamento contenuti...