Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx TAG arrowDx CARTA POSTEPAY

Risultati per il tag: carta postepay

1 risultato
QUIFINANZA CONSIGLI 27 MARZO 2018 88.715 visualizzazioni

Le 4 truffe più comuni con PostePay: cosa fare

Clonazione della carta, ricariche indesiderate e non richieste, pagamenti per acquisti on line e mai arrivati a destinazione e phishing: queste sono le quattro truffe più comuni che possono capitare ai possessori di postepay, la carta prepagata di poste italiane . Nel caso di clonazione della carta e dell’effettuazione di ricariche indesiderate, si può parlare di “hacking”, ossia i truffatori acquisiscono i dati della carta utilizzando il denaro per i propri scopi. Nel caso dovesse capitare questo tipo di truffa è necessario sporgere denuncia alla polizia postale e ai carabinieri. In questo modo sarà possibile attivare la procedura di chargeback, che prevede l’invio di una contestazione scritta tramite raccomandata alla società che ha emesso la carta per ottenere il rimborso. Diverso è il caso del phishing ossia una truffa attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima, convincendola a fornire informazioni personali tutto ciò avviene tramite mail o sms. In questo caso è bene ricordare che poste italiane non invia mai mail invitando le persone a fornire dati personali o codici di accesso. Un recente tipo di truffa invece colpisce nello specifico persone che mettono in vendita oggetti su siti adibiti alla compra-vendita tra privati e avviene in questo modo: una volta pubblicato un annuncio si viene contattati da una persona interessata, la quale richiede il numero di telefono dell’inserzionista fino a scoprire che il compratore risiede in Costa d’Avorio e che per procedere all’acquisto del bene è necessario fornire la copia della carta di identità e della carta postepay. A questo punto subentrerà una misteriosa banca, che a causa di una legge della Costa d’Avorio, esorterà il venditore a pagare una tassa per sbloccare la trattativa

Caricamento contenuti...