VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti

Risultati per il tag: educational

108 risultati
Filtra categoria
Tutte Kids Ragazzi Buono a sapersi Bambini Virali
Qualsiasi Quest'anno
Più rilevanti Data Più visti
BUONO A SAPERSI 24 GIUGNO 2022

Innaffiare le piante risparmiando, tutti i consigli utili

Con l’arrivo della bella stagione e delle alte – talvolta altissime – temperature degli ultimi anni, il risparmio dell’acqua sta diventando una vera e propria priorità, anche per chi deve semplicemente innaffiare le proprie piante.

Come risparmiare sull’acqua per le piante

La buona notizia è che spesso sono sufficienti alcuni semplici accorgimenti per evitare gli sprechi, di seguito i 5 più importanti.

1. Riutilizzare l’acqua

Una buona regola, che in tanti ignorano, è quella di raccogliere l’acqua piovana, ma anche quella utilizzata, ad esempio, per lavare e bollire le verdure o per cuocere pasta, riso e altre pietanze. Può essere utile aggiungere mezzo cucchiaio di aceto per ogni litro di acqua riutilizzata, in modo tale da rendere il ph più acido.

2. Annaffiare le piante al mattino

Un’altra regola da seguire se si vuole utilizzare meno acqua è annaffiare le piante al mattino, possibilmente nelle prime ore della giornata. Il momento ideale è proprio dopo le prime luci dell’alba, quando le piante si risvegliano e la terra, rinfrescatasi nelle ore notturne, è in grado di assorbire più acqua rispetto a qualsiasi altro momento della giornata.

3. Sfruttare la micro irrigazione

La micro irrigazione, detta anche “irrigazione a goccia”, è considerata una delle tecniche di irrigazione più efficaci e sostenibili. Questo metodo irriguo può essere utilizzato sia in ambito domestico che per grandi superfici.

Per realizzare un impianto di micro irrigazione è sufficiente munirsi di un tubo apposito, che andrà poi forato nei punti dove si desidera che l’acqua esca. Questa tecnica consente al terreno di ricevere acqua costante in piccole quantità, sfruttando tutto il liquido ricevuto ed evitando così fuoriuscite o evaporazioni.

4. Sfruttare la tecnologia

L‘irrigazione delle piante, sia a livello domestico che industriale, può essere gestita in modo razionale ed efficiente da sistemi automatici, in grado di funzionare anche quando non ci siamo, permettendoci di innaffiare le piante mentre siamo in vacanza. Le alternative in commercio sono diverse e includono la possibilità di affiancare al sistema di irrigazione un pannello di controllo – da tenere in casa – per determinare tempistiche, quantità di acqua da utilizzare e zone di irrigazione.

5. Ogni pianta ha il suo habitat

Il consiglio più importante è da applicare a monte, quando scegliamo quali piante mettere nel nostro terrazzo o giardino. Non esistono regole universali, dato che ogni vegetale ha un suo habitat naturale ideale, ma una scelta sbagliata potrebbe portarlo a necessitare più acqua.

Prima di acquistare una pianta è quindi buona norma confrontarsi con gli esperti del settore, spiegando dettagliatamente dove verrebbe posizionata e con che genere di esposizione.

3.167 visualizzazioni 13
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
Chiudi
Caricamento contenuti...