Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx TAG arrowDx INFEZIONE

Risultati per il tag: infezione

2 risultati
DILEI CONSIGLI 27 FEBBRAIO 2020 6.589 visualizzazioni

Coronavirus: un dizionario per capire meglio l’infezione

Ecco un breve “dizionario” per capire meglio il coronavirus.

 

A come Anticorpi

Gli anticorpi si presentano in risposta allo stimolo indotto al sistema immunitario da un’infezione.  Si sviluppano in reazione alla presenza degli antigeni, cioè proteine (o loro frammenti) del virus.

 

I come Igiene

L’igiene è la prima difesa contro l’infezione. Lavate le mani bene e spesso, e mantenete 2 metri di distanza dalle persone, specie se tossiscono o starnutiscono.

 

L come letalità

Anche se a volte sono utilizzate come sinonimi, non bisogna confondere letalità e mortalità.
Il tasso di letalità esprime il rapporto tra morti per una malattia e il numero totale di soggetti che l’hanno sviluppata; al contrario, il tasso di mortalità si riferisce all’intera popolazione. Va detto che per il coronavirus, il tasso di letalità è più elevato rispetto a quello di mortalità.

 

Q come Quarantena

Prevede l’isolamento (e l’obbligo di rimanere in ospedale o nella propria casa) per un periodo stabilito dalle autorità sanitarie, e si applica su persone teoricamente sane.

 

R come Reinfezione

C’è il rischio (anche se basso) che una persona che ha superato il coronavirus possa esserne nuovamente contagiata.
In ogni caso, dopo una qualsiasi infezione il corpo “memorizza” le caratteristiche del virus, riuscendo in caso di nuovo attacco a disporre di anticorpi specifici. In questa ipotesi, i sintomi sono comunque destinati ad essere più leggeri o assenti.

 

S come sintomi

I disturbi legati all’infezione da coronavirus sono febbre, problemi respiratori, tosse e mal di gola.
Ci sono persone che non hanno fastidi leggeri, ed altre che invece arrivano alle forme più gravi.
Questo può dipendere da un sistema immunitario più reattivo, dalla carica virale e dall’età.

 

V come Virus

Il virus si trasmette soprattutto mediante saliva infetta, può manifestarsi con un semplice raffreddore, coinvolgere l’apparato respiratorio e, più raramente, indurre una polmonite.
In circa 4 casi su 5 l’infezione decorre come una comune influenza; nel 15% dei casi appare in forma più grave al punto da necessitare di ricovero; nel 5% decorre in modo grave, con una letalità elevata.

 

V come Vaccino

Anche se la ricerca sta procedendo a tutta velocità e stanno cominciando le sperimentazioni su diversi candidati, il vaccino non sarà disponibile a breve.
L’obiettivo è quello di stimolare la produzione di anticorpi capaci di bloccare la replicazione del virus una volta entrato nell’organismo.

 

A cura di Federico Mereta, giornalista scientifico

Tutti i video

Caricamento contenuti...