Circa 11 risultati

Risultati per il tag: salame

VIRGILIO KIDS PUBBLICATO IL

Perché il salame si taglia storto?

Perché il salame si taglia storto? Una delle merende più golose e genuine che si possano fare, è un bel panino col salame. Ma perché il salame si taglia storto? Se la mamma decide di comprarne dal salumiere solo una piccola quantità, di solito se lo fa affettare con l’affettatrice per avere un peso più preciso: questa operazione si può fare, ad esempio, con il “Milano” o l’”Ungherese”, che sono due varietà di diametro piuttosto grande e si mangiano in fette molto sottili. Con il “cacciatore”, il “felino” e altri salamini artigianali e nostrani, che sono più piccoli, invece, è d’obbligo il taglio manuale e la fetta deve essere obliqua: il motivo per cui i produttori consigliano di fare così è solo estetico, perché il sapore non cambia assolutamente se lo affettiamo dritto. Tagliare il salame in diagonale, con un angolo di circa 45°, rende solo le fette più belle da vedere e aiuta a dare loro il giusto spessore: secondo la tradizione, l’altezza della fetta deve corrispondere a quella di un grano di pepe. Per ottenere un buon risultato, bisogna usare un coltello sottile senza denti, lungo e molto affilato, quindi è meglio lasciar fare questa operazione alla mamma o al papà, per non rischiare di farsi male: lasciando scorrere la lama avanti e indietro in maniera regolare, senza usare troppa forza, verranno fuori delle fette belle e precise, ma in caso contrario, dentro una rosetta croccante non se ne accorgerà nessuno! Oggi hai imparato perché il salame si taglia storto!

Tutti i video
seguici su