VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
FAI DA TE 13 APRILE 2020

5 modi naturali per pulire l’argento

Un metallo nobile come l’argento, utilizzato per bigiotteria, posate e preziose chicchere, è soggetto ad ossidazione, un processo che annerisce la superficie degli oggetti e che li fa sembrare vecchi e sporchi, anche se non lo sono.

Oltre ai prodotti specifici in commercio, per ridare lucentezza a tutta l’argenteria, si può utilizzare un panno soffice, meglio se di camoscio, e uno spazzolino da denti a setole morbide, in modo da ripulire più facilmente anche gli angolini più nascosti e gli sbalzi decorativi. Possiamo poi scegliere di applicare alcune sostanze diverse.

 

Bicarbonato di sodio

Immancabile in ogni dispensa, il bicarbonato è il primo alleato per le pulizie ecologiche. Per eliminare la patina nera e le macchie più ostinate dall’argento, possiamo prendere un recipiente e foderarlo di carta stagnola, da cospargere poi di bicarbonato: adagiamo gli oggetti da lucidare nel contenitore e poi versiamoci sopra dell’acqua bollente, lasciando in immersione il tempo necessario. Altrimenti, amalgamiamo il bicarbonato con un po’ d’acqua, ottenendo una consistenza cremosa e usiamo l’impasto per strofinare posate, catenine ecc. con panno e spazzolino: lasciamo agire un paio d’ore e poi risciacquiamo per bene.

 

Aceto bianco

Prendete una bacinella riempita con acqua calda e aggiungete due cucchiai di aceto bianco, poi immergete gli oggetti da pulire e lasciate agire per almeno mezz’ora. Oppure versate l’aceto puro sullo straccio o sullo spazzolino e passateli sull’argento.

 

Dentifricio

Per far brillare l’argento, niente di meglio del dentifricio, da cospargere su tutta la superficie da pulire con panno, spazzolino o semplicemente con le dita, fino a ricoprire totalmente gli oggetti anneriti, che torneranno lucenti appena strofinerete via delicatamente la pasta, senza lasciarla seccare.

 

Cenere

Se avete il caminetto o siete dei fumatori, sappiate che la cenere è ottima per pulire l’argento: setacciatela per eliminare residui solidi e poi impastatela con acqua fino ad ottenere un composto morbido, a cui potete aggiungere qualche goccia di succo di limone. Poi strofinate sugli oggetti da pulire, magari con un batuffolo d’ovatta. Risciacquate, asciugate e ammirate il risultato.

 

Limone

Versate il succo di limone puro direttamente sull’argenteria o sui gioielli e poi strofinate con un panno di cotone: la patina nera diventerà gradatamente verde per poi sparire del tutto. Ad operazione ultimata, risciacquate sotto l’acqua corrente e asciugate con cura.

40.865 visualizzazioni 8
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...