VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 07 DICEMBRE 2022

Adrenocromo, la leggendaria droga dei poteri forti

Secondo alcuni l’adrenocromo è una droga estratta dai bambini per assicurarsi l’immortalità. Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’agghiacciate tesi.

 

 

L’adrenocromo è presente in molte teorie del complotto, in primis in quella denominata QAnon, ideologia d’ispirazione filo-trumpiana che sostiene l’esistenza di un movimentosatanico” trans-nazionale antiamericano d’origine giudaico-massonica. In poche parole, secondo i seguaci della teoria il mondo è governato da una rete nascosta di pedofili anti Trump. Per come concepito dall’ipotesi complottista, l’adrenocromo è un composto allucinogeno, credenza scientificamente falsa e che trova origine nella letteratura.

 

 

Dalla letteratura alla Hollywood dell’orrore

Tutto inizia nel 1954 col saggio “Le porte della percezione” di Aldous Huxley: lo scrittore e filosofo inglese descrive l’adrenocromo come uno stupefacente prodotto dal nostro organismo e legato all’adrenalina. Una sostanza simile si legge anche nel romanzo “Arancia meccanica”, a cui si ispira l’omonimo capolavoro di Stanley Kubrick. E se ne parla anche nel libro di Hunter S. ThompsonPaura e delirio a Las Vegas” dal quale poi tratto il film del 1998 con Johnny Depp. Secondo QAnon, l’establishment progressista americano è implicato in un racket globale: i bambini misteriosamente scomparsi sarebbero in realtà vittime di un sistema di pedofili “protetto” dai potenti della Terra e avvezzo al Satanismo; fra i riti celebrati in nome del “signore del male” uno prevedrebbe lo spaventare i bimbi con l’obiettivo di accelerare la loro produzione di adrenocromo, per poi ucciderli al fine di prelevare il potente elisir. La frangia complottista sostiene che la droga naturale è in uso soprattutto nelle élite di successo, in particolar modo ad Hollywood.

 

 

Dove sta la verità

Il nostro sistema nervoso produce naturalmente sostanze simili alle droghe. L’adrenocromo esiste davvero: noto con la formula C9H9NO3, è originato dall’ossidazione dell’adrenalina quando ci troviamo in situazioni particolarmente stressanti. Nei pazienti affetti da schizofrenia pare non essercene traccia, tanto che si è pensato di usare il composto per trattare la patologia mentale; tuttavia, i risultati si sono rivelati negativi. Il fatto è che l’adrenocromo degrada velocemente, motivo per il quale non è affatto possibile utilizzarlo, né per scopo clinico né per assicurarsi la vita eterna.

8.053 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...