VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
VIAGGI 01 APRILE 2020

Agrigento: cosa vedere e cosa fare

A soli quattro chilometri dal mare, Agrigento si sdraia sul colle di Girgenti e sulla Rupe Atenea. La città siciliana affonda le radici nella storia, storia che si può leggere nelle testimonianze greche e romane disseminate fra i vicoli e le strade; tra queste la chiesetta medievale di Santa Maria dei Greci, costruita sulle rovine di un tempio i cui resti sono visibili all’interno.

 

Agrigento è davvero ricca anche di musei. Assolutamente da non perdere sono il Museo Casa natale di Luigi Pirandello (con fotografie, prime edizioni autografate e poesie inedite) ed il famoso “pino solitario”, sotto il quale lo scrittore dipingeva e volle essere sepolto.

 

Il Museo Civico, nel vecchio Convento degli Agostiniani, espone una ricchissima pinacoteca con dipinti della scuola siciliana mentre il Museo Diocesano, all’interno del Monastero del Santo Spirito accanto alla Cattedrale di S. Gerlando (miscuglio di stili, con un’aria unica al mondo), custodisce i Tesori della Cattedrale, prezioso strumento per valorizzare la storia della religiosità agrigentina.

 

Qui, salendo verso la torre campanaria, si raggiungono due ambienti unici: un balcone affacciato su Porto Empedocle e sulla Valle dei Templi, ed una balconata alle spalle del rosone centrale, con una splendida vista sull’interno della cattedrale.

 

Di sicuro sito fra i più visitati al mondo è poi il sito archeologico della Valle dei Templi, patrimonio mondiale Unesco. Ampia 1300 ettari, si estende tra ulivi e mandorli ed è una grande testimonianza della Magna Grecia sicula.

 

Ma non solo arte e cultura, dire Agrigento è dire anche splendido mare. La costa cittadina, lunga 150 chilometri, è ricca di spiagge incontaminate. La Scala dei Turchi è di certo la più conosciuta, per le sue bianche e iconiche pareti rocciose.

 

E degne di nota sono anche Capo Rossello, la spiaggia di Giallonardo (perfetta per chi cerca relax lontano dalla movida), Bova Marina, Cala Vicenzina (caratterizzata da sabbia soffice rossastra), la Spiaggia di San Leone (regno dei surfisti), Punta Bianca e la Riserva dello Zingarello). Infine, da non mancare è una vista a Torre Salsa (riserva protetta dal WWF) e alla Spiaggia Marinella,  resa celebre dal commissario Montalbano.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...