VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 14 MAGGIO 2021

Alice Kyteler, la strega di Kilkenny

L’oscuro periodo dell’Inquisizione, una vera e propria era del terrore soprattutto per le donne, ebbe ufficiosamente inizio con la vicenda legata ad Alice Kyteler, nata in Irlanda nel 1280 e figlia di un ricco commerciante che si crede fosse legato a doppio filo all’Ordine dei Templari.

 

 

La prima presunta strega irlandese era una benestante “Dame”, – titolo onorifico femminile corrispettivo del “cavalierato” -, originaria di Kilkenny: in questa cittadina, la facoltosa famiglia Kyteler prosperava intessendo relazioni con i vertici del potere finanziario europeo del XIII secolo, garantendo ad Alice la possibilità di studiare nelle migliori scuole.

 

 

Quando nel 1298 suo padre morì, la giovane ereditò la gestione del suo immenso patrimonio, in virtù del fatto che anche la madre ed i fratelli erano già deceduti: l’invidia e la superstizione del popolino, che l’aveva bollata come portatrice di sfortuna per essere sopravvissuta ai familiari, furono solo la scintilla che portò all’infamante accusa di cui fu vittima dopo che, nel 1320, la stregoneria venne aggiunta alle eresie condannate dalla Chiesa Cattolica. Alice, infatti, si sposò quattro volte, ma i suoi coniugi morirono in circostanze ritenute sospette: così nel 1324, dopo che alcuni concittadini testimoniarono di averla vista sacrificare galli neri, incontrare il demonio e cantare e recitare strane litanie, nel primo processo inquisitorio d’Irlanda indetto dal vescovo Richard de Ledrede, venne condannata al rogo insieme alla sorella, al figlio di primo letto William e alla domestica Petronilla de Meath, che però fu l’unica dei tre a venire effettivamente giustiziata.

 

 

Dame Kyteler riuscì a fuggire e a rifugiarsi in un castello vicino a Londra, mentre il figlio si salvò offrendosi di ristrutturare il tetto della Cattedrale di Saint Canice: secondo le risultanze ufficiali, Alice morì nel 1325, ma la leggenda vuole che sia vissuta molto più a lungo al sicuro in Inghilterra. Prima della fuga, Alice aveva trasformato la casa di famiglia in un ostello, corrispondente all’odierno ristorante sulla St. Kieran Street di Kilkenny: in esso trovavano rifugio uomini d’affari, ma anche eretici di ogni genere e si pensa che tra quelle mura si celebrassero riti esoterici templari, invisi all’integralismo cattolico dell’epoca.

3.722 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...