VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 14 AGOSTO 2022

Allarme truffa, così non cadi nella trappola

Anche quando si è in auto, nel traffico cittadino, non si è esenti dal cadere vittime di truffe. Nella Capitale, a Roma, infatti, sono stati segnalati casi di falsi incidenti con relativa richiesta di soldi da parte dei truffatori. La tecnica è molto semplice, una coppia sfreccia in motorino a zig zag tra le auto incolonnate, sceglie la vittima del suo raggiro e finge di essere stata colpita e aver subito danni al proprio scooter dalla macchina. Solitamente si tratta di uno specchietto rotto, un cerchio o un manubrio, ma in alcuni casi i malviventi hanno persino accusato il guidatore di tentativo d’investimento.

Come funziona la truffa

Dopo aver parlato dell’allarme truffa e dell’errore da non commettere in viaggio, vediamo ora un altro tipo di raggiro che avviene quando si è in auto. Da Roma sono arrivate decine di segnalazioni sulle zone più colpite da questo tipo di imbroglio, le aree sembrano essere quelle tra Casal Palocco e Infernetto, soprattutto all’altezza dell’incrocio di via Pindaro e via Ermanno Wolf Ferrari. Nel traffico cittadino, la coppia di truffatori colpisce una vettura e accusa a sua volta l’auto di averla urtata con conseguente danno, di non ampia portata, allo scooter. Ne segue la richiesta di risarcimento in contanti per sbrigare presto la pratica senza interferenze di assicurazioni e polizia. Al rifiuto di pagare della vittima, i truffatori si infurierebbero e danneggerebbero ulteriormente la vettura colpita.

Come non cadere nella trappola

Ci sono dei modi però per evitare di cadere nella trappola dei truffatori. Per prima cosa è consigliabile mantenere sempre una buona distanza di sicurezza dagli altri veicoli, così da avere più capacità di comprendere se si è stati urtati da qualcuno e non il contrario. Se doveste essere coinvolti in un incidente, fate sempre molta attenzione all’atteggiamento della persona che avreste colpito con la vostra auto: se vuole risolvere tutto al momento e senza l’aiuto d’intermediari, come l’assicurazione o i vigili urbani, probabilmente significa che avete davanti un truffatore. Se vi rendete conto di poter essere vittime di un raggiro, non lasciatevi intimidire, ma insistete affinché venga chiamata la polizia locale. Nella maggioranza dei casi i truffatori si spaventeranno e fuggiranno via per evitare possibili segnalazioni alle autorità. I tentativi di truffa sono molteplici, come quello del finto sms della banca che ti svuota il conto. Quindi non solo quando si è in strada, ma anche in altri ambiti della vita quotidiana è sempre bene fare molta attenzione quando ci si trova in situazioni poco chiare e confuse e, nel dubbio, chiamare sempre le forze dell’ordine.

17.122 visualizzazioni 27
Chiudi
Caricamento contenuti...