VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 07 APRILE 2021

Allergie, 4 motivi per cui chi ne soffre in primavera è sempre stanco

Con l’arrivo della bella stagione molte persone persone si trovano a dover affrontare le terribili allergie. Starnuti a raffica, occhio arrossati, prurito al naso e fazzoletti sempre a portata di mano. A tutto questo però si somma anche la terribile sensazione di continua stanchezza che in molti provano durante le allergie e che rende alle volte perfino impossibile rimanere concentrati, vigili ed efficienti nel lavoro quotidiano. 

Ma quali sono i motivi che causano questa spossatezza? 

I fattori possono essere vari ma è possibile ricondurre a quattro principali motivi: attivazione della risposta immunitaria, “cattiva” respirazione, problemi del sonno e l’assunzione degli antistaminici.

1. Attivazione della risposta immunitaria Secondo lo studio pubblicato nell’American Journal of Epidemiology le allergie stagionali possono portare a depressione e soprattutto a stanchezza e il motivo è riconducibile alla risposta del nostro sistema immunitario che ad una reazione allergica risponde producendo una sostanza chiamata citochine. Le citochine non sono altro che delle proteine che fungono da segnali di comunicazione fra le cellule del sistema immunitario e i diversi organi e tessuti, ed inviano un segnale al cervello che induce sensazioni di malessere generale e forte stanchezza.

2.“cattiva” respirazione Il corpo mette quindi in moto una vera e propria difesa contro i pollini e le sostanze a cui si è allergici e che vengono rilasciate nel periodo primaverile. Queste sostanze chimiche causano anche gonfiore dei tessuti nasali che possono far peggiorare i sintomi e la sensazione di malessere. La risposta comune, nelle persone che presentano l’allergia è infatti quella di avere il naso chiuso e quindi una cattiva respirazione che porta a sensazioni di confusione e stanchezza che gli esperti chiamano “Brain Fog” che può impedire di essere lucidi e presenti nelle attività quotidiane 

3. Problemi del sonno Secondo Allergy and Asthma network l’esposizione agli allergeni come appunto il polline, che causa reazioni allergiche, durante il giorno, provocano appunto una reazione nel sistema immunitario che può avvenire però anche dopo molte ore. Gli studi dimostrano infatti che la reazione di congestione nasale da allergia provoca delle “micro-eccitazioni” notturne e possibili apnee, che non permettono quindi un sonno continuo e riposante, influenzando il nostro umore e rendimento durante il giorno

4. Gli antistaminici Infine la quarta causa della sensazione di fatica e spossatezza è riconducibile agli antistaminici, farmaci che vengono assunti proprio per combattere i sintomi più fastidiosi dell’allergie come starnuti continui, tosse e naso chiuso. Come riportato nel Medical news Today l’effetto collaterale dei farmaci decongestionanti, come la pseudoefedrina, è però quella di causare sonnolenza e sommandosi agli altri fattori produrre questa sensazione di spossatezza. In generale è possibile però seguire alcuni trucchi per difendersi dalle allergie ecco quali.

2.040 visualizzazioni 2
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...