VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 27 GENNAIO 2022

Alloro, i 5 usi alternativi che forse non conosci

Come olio, sapone o infuso, la versatilità dell’alloro è incredibile, grazie ai significati simbolici, storici e culturali a cui rimanda. Ma anche al suo aroma e alle sue proprietà benefiche.

Pianta antichissima e sempreverde, l’alloro è diffuso e apprezzato per la sua versatilità, ma anche per la bellezza delle sue tipiche foglie. 

La laurus nobilis, il suo nome scientifico, è originaria dell’Asia, ma si è diffusa nel Mediterraneo già nel passato. Pianta aromatica perenne, i suoi benefici sono molti di più di quelli che si conoscono. (Leggi qui anche gli usi che forse non conosci della lavanda).

Gli incredibili usi dell’alloro che forse non conosci

  1. InfusoUno degli usi più classici dell’alloro è sottoforma di tisana e decotto per contrastare tantissimi problemi problemi digestivi, dolori mestruali e muscolari, influenza, bronchite, stanchezza e nervosismo: l’alloro può essere un toccasana in tutti questi casi.
  2. Olio. Ha svariate funzioni, dall’utilizzo in cucina per insaporire i piatti, ma anche a scopo rilassante e decontratturante nei massaggi. Per realizzarlo basta macerare le sue bacche nell’olio di oliva per circa un mese oppure le sue foglie fresche, se la sua destinazione è alimentare.
  3. Sapone. Proprio sottoforma di olio, mescolato a quello d’oliva, acqua e idrossido di sodio, é utilizzato come sapone sin dall’età antica per le sue proprietà lenitive ed antibatteriche.
  4. In cucina. Non per uso commestibile, ma per l’incredibile aroma delle sue foglie, l’alloro si usa per dare un tocco in più a tanti piatti. Perfetto con i legumi e nelle zuppe, anche per scongiurare i dolori addominali, dà una spinta di gusto anche alle patate al forno, alle carni alla cipolla.
  5. Corona di alloro. Il suo uso decorativo per festeggiare i neolaureati è diventato un simbolo a cui tanti non rinunciano. Ma non tutti sanno che la corona di alloro ha origini antichissime, utilizzata sin nell’impero romano per onorare chi tornava vittorioso da una guerra. Nei secoli è stata tramandata anche per celebrare uomini di cultura e poeti.

 

Del resto, la parola “laurea” deriva dal latino “laurus”, alloro  ma, in senso figurato, anche vittoria e trionfo.

 

Insomma, da rimedio della nonna a simbolo antico che rimanda alla vittoria. Le sue foglie sono profumate e rassicuranti e utilizzate in ogni piatto, possono fare la differenza di gusto. Ma i benefici di questa incredibile pianta non finiscono qui. Sono tante le proprietà per la salute che lo rendono un rimedio naturalissimo contro tanti malanni, ma anche adatto e ricercato nella cura del corpo, per le sue proprietà lenitive e decontratturanti.

 

 

15.563 visualizzazioni 60
Chiudi
Caricamento contenuti...