VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 04 MAGGIO 2022

Aneto, le proprietà dell'erba aromatica che puoi coltivare in balcone

Scopriamo insieme come coltivare l’aneto, l’erba aromatica che fa bene alla salute.

 

L’aneto, versatile in cucina, contribuisce alla biodiversità, attirando nei nostri giardini bruchi di farfalle e insetti impollinatori. Le foglie possono essere raccolte e utilizzate fresche o congelate per insaporire varie pietanze (in primis verdure sott’olio, zuppe e insalate) conferendo un aroma pungente, simile a quello del cumino.

 

La pianta contribuisce anche a rendere gli alimenti più digeribili, grazie agli oli essenziali contenuti capaci di contrastare fermentazioni intestinali e gonfiore addominale. Ma non è tutto: l’aneto è ottimo per chi soffre di coliche e crampi allo stomaco; combatte alitosi, ritenzione idrica e cellulite; ha doti depurative; se assunto prima di coricarsi, favorisce il riposo; ha proprietà antimicrobiche e antifungine; vanta virtù antitumorali.

 

Se volete coltivarlo a casa, il consiglio è quello di acquistare in un vivaio specializzato semi di aneto oppure piantine già sviluppate. La semina va effettuata in primavera, verso marzo-aprile. Interrate i semi direttamente nella terra o in vaso, ad almeno 3 centimetri di profondità, lasciando fra un seme e l’altro 30 centimetri circa di spazio per consentire lo sviluppo e la crescita.

 

Una volta seminato, mantenete il terriccio umido per permettere la germinazione. Per la coltivazione, prediligete terreni fertili, neutri o basici, posizionati al riparo dal sole diretto e dal vento. Per quanto riguarda l’irrigazione, effettuatela con regolarità specialmente nei mesi caldi; attenzione, però, ai ristagni d’acqua.

18
Chiudi
Caricamento contenuti...