VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 27 AGOSTO 2021

Anmco a congresso per confrontarsi sulle sfide della cardiologia

Rimini, 27 ago. (askanews) - Oltre 1.500 cardiologi da tutta Italia si sono dati appuntamento al Palacongressi di Rimini e più di tremila quelli collegati in streaming per partecipare al Congresso nazionale di cardiologia dell Anmco, giunto alla sua 52a edizione.

Un'occasione - come spiega il presidente dell'associazione Furio Colivicchi - per confrontarsi sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari, sulla cura delle principali sindromi cliniche che colpiscono il cuore e sul futuro della cardiologia che sarà sempre più digitale. Cambiamenti profondi ancora più importanti visto il perdurare dell'emergenza sanitaria.

"E' stato un momento molto difficile. I cardiologi in tutta Italia hanno dato il loro contributo particolarmente rilevante per la gestione dell'emergenza pandemica. E' stato molto difficile in molte realtà ospedaliere continuare a curare al meglio malati con malattie cardiovascolari non affetti da Covid. E al tempo stesso contribuire alla cura di malati affetti dall'infezione da Sars-Covid-2, proprio perché in molti casi questa infezione si accompagna anche un coinvolgimento dell'apparato cardiocircolatorio" spiega Colivicchi.

A Rimini sono state presentate le più recenti novità scientifiche ed organizzative che vanno di pari passo con una sempre maggiore personalizzazione delle cure e con miglioramenti tecnologici. Un campo dove l'Italia vanta esperienze consolidate nel tempo. Lo ricorda il presidente del Congresso Anmco, Domenico Gabrielli: "L'Italia storicamente è una delle migliori sanità a livello internazionale. La situazione nel nostro paese è un po' a macchia di leopardo, non possiamo nasconderci che non dappertutto la situazione sia la stessa. Ma certamente i professionisti e l'organizzazione del Servizio sanitario nazionale è tale che ci consente di guardare al futuro con speranza e tranquillità".

Presenti al congresso anche rappresentanti del governo. La targa d'oro dell'associazione quest'anno è stata consegnata al generale Figliuolo per il grande sforzo che sta facendo nello sviluppo della campagna di vaccinazione. Conclude Colivicchi: "Il messaggio è che la cardiologia e i cardiologi ospedalieri danno il loro contributo ogni giorno. Sono la spina dorsale del Servizio sanitario nazionale e sperano che nella fase di ristrutturazione e riorganizzazione che necessariamente dovrà avvenire le malattie cardiovascolari vengano tenute nella giusta considerazione".

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...