VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 20 MAGGIO 2021

Avvistato nuovo iceberg grande come il Molise: come si è staccato

Un gigantesco iceberg, chiamato dagli scienziati A-76, si è staccato dall’Antartide, più precisamente nel Mare di Weddell, conquistandosi il primato di iceberg più grande del mondo attualmente a galla. Ad avvistarlo è stata l’Agenzia spaziale europea, individuato attraverso le immagini satellitari catturate dalla missione Copernicus Sentinel-1.

Come si è staccato l’iceberg più grande del mondo

L’iceberg A-76 ha una superficie che si estende per 320 chilometri quadrati e misura 175 chilometri di lunghezza per 25 chilometri di larghezza. Per capire bene la grandezza di questa gigantesca lastra di ghiaccio basti pensare che la popolare isola turistica spagnola di Maiorca, la maggiore del Mediterraneo, occupa 3.640 chilometri quadrati. Un altro esempio, forse anche più lampante, è il Molise: la regione ha una superficie di 4.4612 chilometri quadrati. Insomma, l’iceberg è grande quasi quanto una regione italiana!

L’iceberg A-76 si è staccato dalla Ronne Ice Shelf ed è al momento il più grande iceberg esistente sul pianeta, superando A-23A, di circa 3.380 km quadrati, che si trova nel Mare di Weddell. Il distacco periodico di questi enormi pezzi di ghiaccio è parte di un ciclo naturale. Tuttavia, alcune piattaforme di ghiaccio, da cui si staccano questi iceberg, hanno subito una disintegrazione molto rapida negli ultimi anni, fenomeno che è stato legato dagli scienziati del National Snow & Ice Data Center statunitense al cambiamento climatico che è da tempo sotto gli occhi di tutti.

Però, non tutti sono d’accordo: secondo Ted Scambos, un glaciologo ricercatore dell’Università del Colorado a Boulder, le due lastre più importanti (quella di Ronne e di Ross) si sono “comportate in modo stabile, quasi periodico” nell’ultimo secolo o più. Questo perché, secondo l’esperto, il ghiaccio galleggiava già nel mare prima di staccarsi dalla costa, e il suo distacco non aumenterebbe i livelli dell’oceano.

Scambos ha inoltre aggiunto che presto l’iceberg A-76 potrebbe spezzarsi in due o tre parti.
Quale sia la vera causa, il distaccamento dell’iceberg A-76 è un evento molto suggestivo, che potrebbe essere preso come monito e memento ad accelerare la transizione verso un mondo più green, abbattendo le emissioni di CO2 e cercando di rallentare il riscaldamento globale.

5.555 visualizzazioni 3
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...