VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 27 GIUGNO 2022

Baby scalatore da record, a 12 anni conquista il Monte Bianco

Si chiama Federico, ha soli 12 anni, ed è un bambino da record. Il baby scalatore ha coronato il suo sogno e, in 8 ore, ha conquistato la vetta del tetto d’Europa: il Monte Bianco. Ma questa è solo l’ultima delle sue tante imprese che lo hanno portato a raggiungere cime considerate particolarmente difficili persino per molti adulti appassionati di alta montagna. Ovviamente il piccolo non è andata da solo, ad accompagnarlo c’era una guida alpina, Matteo Faletti, che lo ha aiutato e spronato a completare l’arduo percorso. Dopo aver raccontato dell’ex milionario che si rifugia su un’isola deserta, ecco la storia di Federico e della sua straordinaria scalata.

Il baby scalatore sulla vetta del Monte Bianco

A raccontare l’avventura che ha avuto per protagonista il piccolo scalatore, è stato il padre Fabio Tomasi con un post su Facebook. “Stamattina alle ore 07.51 il mio bambino – ha scritto il papà del baby scalatore – accompagnato dalla guida alpina Matteo Faletti, dopo otto ore consecutive di camminata (partito a mezzanotte dal Rifugio Francesco Gonella ) ha raggiunto la cima del MONTE BIANCO 4810 . Il tetto d Europa. Sono emozionato e commosso. Lo ha fatto dalla Via italiana la più lunga e faticosa delle tre che portano in cima. Resta ancora una lunga discesa verso Chamonix”. Il giovane è partito dal rifugio Gonnella, a circa 3 mila metri, intorno a mezzanotte ed è arrivato in cima al Monte Bianco alle 7.51. Le otto ore di camminata sono un tempo considerato normale per un alpinista adulto ed esperto, ma è qualcosa di eccezionale per chi ha solo 12 anni. Eppure Federico aveva dimostrato già lo scorso anno le sue capacità e la sua passione per le scalate più difficili e faticose. Tra settembre e ottobre 2021, a 11 anni, ha raggiunto le cime del Monviso e del Cervino. Originario di Beinasco, alle porte di Torino, ha conquistato i 3.841 metri della vetta piemontese e i 4.478 di quella valdostana dopo un lungo allenamento e una precisa preparazione fisica e tecnica. Anche per raggiungere l’apice del Monte Bianco è stato necessario fare numerose gite in alta quota per acclimatarsi all’aria più rarefatta che può provocare problematiche e rendere il percorso più pericoloso. Con tenacia e diligenza, il piccolo Federico ha seguito tutte le regole del perfetto scalatore, arrivando fino al tetto d’Europa.

1.209 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...