Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Bolivia, CBM lancia la campagna sulla retinopatia del prematuro

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
13 NOVEMBRE 2019

Roma, 13 nov. (askanews) - In Bolivia, così come in tutto il resto del mondo, la Retinopatia del Prematuro (ROP) è la prima causa di cecità neonatale evitabile: ogni anno sono a rischio oltre 15 milioni di neonati prematuri. La ROP è causata, nella maggior parte dei casi, dalla scarsa maturazione dei tessuti oculari e dall'esposizione all'ossigeno dell'incubatrice: un trattamento peraltro indispensabile per la sopravvivenza e necessario per permettere ai polmoni dei nati prematuri di respirare, ma che rischia di renderli ciechi per sempre a causa della complicanza finale della ROP, il distacco della retina. In occasione della Giornata Mondiale della Prematurità (17 novembre), CBM Italia Onlus lancia una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi.

"La ROP è ubiquitaria, ma colpisce soprattutto i Paesi a medio reddito, come l'America Latina. Qui, dal 2014, CBM è presente con progetti di prevenzione e cura, dapprima in Colombia dove, grazie al nostro intervento, la ROP è diminuita passando dal 18% al 1.7%. Per questo abbiamo esteso il nostro impegno in Bolivia, Paraguay e Guatemala sviluppando un modello d'intervento che mira ad aumentare il numero dei neonati prematuri visitati, a formare medici e infermieri locali, a creare un modulo di trattamento per la corretta gestione della ROP e a sensibilizzare le famiglie dei bambini sull'importanza delle visite di controllo", ha dichiarato Massimo Maggio, Direttore di CBM Italia Onlus.

Trend

guardali tutti

Curiosità

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...