Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NEWS

Brasile, oltre trenta morti in una nuova rivolta in carcere

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
16 GENNAIO 2017

Natal, Brasile (askanews) - Nuova drammatica rivolta in un carcere brasiliano.

Secondo fonti della polizia locale, e' di oltre trenta morti il bilancio delle vittime della sommossa scoppiata nel carcere di Alcacuz, nella localita' di Natal, la piu' grande prigione dello Stato di Rio Grande do Norte, nel Brasile nord-orientale.

Otacillo de Medeiros, uno degli inquirenti, ha definito orribile la scena che si e' squadernata davanti agli occhi dei poliziotti entrati nel carcere: 'Abbiamo trovato corpi mutilati nei canali di scolo, nel sistema fognario, teste mozzate, un braccio da una parte, un cuore dall'altra.

Non sappiamo ancora esattamente quanti siano le vittime.

Una scena orribile, davvero orribile'.

La rivolta era scoppiata nella notte del 14 gennaio.

Le autorita' hanno subito accerchiato la prigione per evitare evasioni ma la polizia militare e le guardie carcerarie hanno dovuto attendere l'alba per penetrare negli edifici perche' i detenuti avevano tagliato la corrente elettrica ed erano pesantemente armati.

La polizia ha fatto cosi' irruzione nella prigione solo dopo un bagno di sangue durato 14 ore e nel quale diversi detenuti sono stati decapitati.

Secondo fonti della polizia, alla radice di tutto si trova uno scontro scoppiato tra membri di due cartelli della droga detenuti nel carcere, progettato per ospitare 620 prigionieri ma in cui attualmente se ne contano 1.083.

All'inizio di gennaio, all'interno della piu' ampia e ferocissima faida tra i cartelli della droga brasiliani, altri 56 detenuti erano stati massacrati in una prigione di Manaus, nel nord del Brasile, in circostanze altrettanto agghiaccianti.

Cinque giorni dopo altri 31 sono stati brutalmente assassinati nello Stato di Roraima e l'8 gennaio altri quattro detenuti erano stati uccisi in un'altra prigione di Manaus.

Trend

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...