VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 05 FEBBRAIO 2021

Cashback, attenzione ai bug del sistema: quali sono

Il cashback continua a far parlare di sé. Il sistema di rimborso che incentiva gli acquisti con bancomat e carta di credito per combattere l’evasione fiscale pare abbia un bug di sistema, anzi due a voler essere precisi. Dopo la polemica sui fondi insufficienti, ora si parla di falle non di poco conto.

Il problema che è stato sollevato, infatti, riguarderebbe la possibilità di ottenere il 10% di un denaro mai speso. Di ricevere un rimborso per una spesa mai sostenuta. A sollevare la questione è stata Stefania Petyx di Striscia la Notizia. L’indagine della giornalista, infatti, ha portato alla luce alcune falle che potrebbero mettere a rischio l’intero sistema. Attenzione al cashback, quindi, e ai furbetti che potrebbero sfruttare alcune eventualità che in fase di progettazione dell’app non erano state considerate.

Quali sono le falle di sistema

Uno dei bug potrebbe essere rappresentato dalle modalità di reso. Infatti, al momento non è previsto un modo per stornare la cifra spesa nel caso in cui si dovesse ritornare al negozio per restituire il bene acquistato. Un’altra falla è stata individuata nel trasferimento di denaro attraverso la ricarica PostePay, la carta di credito prepagata rilasciata da Poste Italiane. Anche qui, senza alcun acquisto realmente effettuato e tramite il passaggio di liquidi da una carta all’altra, il sistema del cashback restituirebbe comunque il 10% della somma accumulata nel portafoglio virtuale.

Inoltre, acquistando in un negozio con una carta prepagata “usa e getta” che fa parte del circuito Visa o Mastercard, c’è il rischio che alcuni furbetti del sistema ricevano il 20% di rimborso: esattamente il doppio. Stiamo parlando di carte di debito con iban collegato, e che quindi sono compatibili con la registrazione richiesta dall’app IO.  L’utilizzo di questa tipologia di pagamento dà diritto a uno sconto, che si andrebbe a sommare a quello del cashback.

 

In conclusione, alcune falle di sistema che non sarebbero di poco conto e che rischierebbero di mettere in difficoltà un sistema per il quale si parla anche di fondi di copertura non sufficienti. Un aspetto da non sottovalutare, insomma, e che merita di essere valutato per evitare che qualcuno si possa approfittare del bug di sistema.

13.973 visualizzazioni 10
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...