Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Charlie Hebdo, cerimonia a quattro anni dall'attacco estremista

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
07 GENNAIO 2019

Parigi, 7 gen. (askanews) - Una cerimonia sobria davanti alla sede di Charlie Hebdo, nel quarto anniversario della strage perpetrata da estremisti islamici che uccise 12 giornalisti del settimanale satirico, aprendo una tragica stagione di attentati. Morirono quel 7 gennaio 2015 a Parigi alcune personalità storiche della redazione come Wolinski, Honoré, l'ex direttore Charb.

Alla cerimonia hanno partecipato la sindaca di Parigi Anne Hidalgo, il ministro degli interni Christophe Castaner, la ministra della giustizia Nicole Belloubet.

Ma la redazione di Charlie Hebdo denuncia il ritorno dell'oscurantismo. Nella copertina ora in edicola, un imam e un vescovo spengono la candela che illumina il disegno che uscì nel primo numero dopo l'attentato, amaramente sarcastico contro un imam che diceva "tutto è perdonato". L'ostilità, dice il direttore attuale Riss, oggi non viene solo dall'estremismo ma anche dagli intellettuali.

Dal punto di vista giudiziario l'inchiesta è chiusa ed è previsto un processo nel 2020.

Charlie Hebdo oggi sopravvive ancora con trentamila abbonamenti e altrettante vendite in edicola, ma il bilancio è in passivo anche perché il costo della protezione, oltre un milione di euro l'anno, è interamente a suo carico.

Irriverente, contrario a ogni tipo di censura, il settimanale era finito nel mirino degli estremisti da molto prima dell'attentato. Un murale accanto all'ex redazione commemora le vittime e riporta le parole del direttore Charb nel 2012: "non ho paura delle rappresaglie. Non ho figli né moglie né automobili né crediti. Forse suona pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio".

Trend

guardali tutti

Curiosità

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...