VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SPETTACOLI E VIP 11 LUGLIO 2022

Che fine ha fatto Eva Robin's

Seducente e misteriosa: ecco che fine ha fatto Eva Robin’s, icona di trasgressione degli anni ’80.

PERCHE’ EVA ROBIN’S

Eva è nata il 10 dicembre 1958, a Roma, nel corpo di Roberto Maurizio Coatti. Fin dall’esordio artistico ha scelto di appartenere al genere femminile, presentandosi al pubblico con lo pseudonimo di Cassandra. È diventata poi personaggio tv come Eva Robin’s. Il nome? Un omaggio alla celebre compagna di Diabolik, la ladra Eva Kant, vista la somiglianza riscontrata dagli amici.

 

Pochi sanno che Eva ha mosso i primi passi nella musica, accompagnando in tour – come corista – Amanda Lear, con la quale condivide la passione per la pittura. Dopo i singoli “Discho Phanter” e “La rosa” è approdata al cinema, collezionando una serie di piccoli ruoli diretta, fra i tanti, da Damiano Damiani, Maurizio Nichetti e Simona Izzo.

 

AL CINEMA CON DARIO ARGENTO

Tra i titoli degni di nota non si può non citare “Tenebre” di Dario Argento e “Belle al Bar” di Alessandro Benvenuti (in quest’ultimo Eva ha un ruolo da protagonista). La tv è arrivata nel 1987, con la trasmissione “Lupo Solitario”  di Antonio Ricci, dove Eva ha interpretato una trasgressiva critica letteraria. Nel 1988 ha partecipato al programma di Ricci “L’araba fenice”, con Moana Pozzi. Le polemiche sono arrivate nel 1991, quando Eva ha preso parte alla trasmissione di  Gianni Boncompagni e Irene Ghergo “Primadonna”, suscitando malcontento da parte della comunità cattolica. Ma a mettere a tacere tutto è stata proprio Eva, da sempre dotata di capacità comunicative e di savoir-faire.

 

Nel 1993 è approdata a teatro con “La voce umana” di Andrea Adriatico, sancendo l’inizio della carriera d’attrice impegnata. Nel 2002 ha interpretato una fragile donna trans nella fortunata serie “Il bello delle donne 2”, con Stefania Sandrelli, Giuliana De Sio e Nancy Brilli. Nel 2012 ha riscosso successo, accanto alla bravissima Elisabetta Pozzi, con lo spettacolo “Tutto su mia madre”, tratto dal premiatissimo film di Pedro Almodovar.

 

IL RITORNO IN TELEVISIONE

Nel 2017 è ritornata in televisione, più volte ospitata da Piero Chiambretti in “Matrix” e con la conduzione di “Rivoluzione Gender” sul canale Cielo. Vita privata? Eva ha confessato di aver assunto, sin da giovanissima, ormoni femminili, arrestando lo sviluppo dei caratteri secondari maschili e sviluppando le forme femminili; per questo, la Robin’s non ha mai sentito la necessità di ricorrere ad un intervento chirurgico definitivo.

1.771 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...