Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Cina vieta l'omaggio sul Web a Lu Xiaobo: censurate le emoticon

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
14 LUGLIO 2017

Milano (askanews) - Non solo sul suo corpo e la sua malattia, il governo cinese si accanisce anche sulla memoria di Lu Xiaobo, Nobel per la pace e dissidente morto di tumore mentre era piantonato in ospedale, senza aver mai avuto il permesso di lasciare il paese, dove era stato condannato a 11 anni di carcere, per ricevere cure migliori.

Il governo sta censurando ogni tipo di omaggio fatto su internet, in particolare tramite il social network più usato dai cinesi, Weibo. Non è possibile pubblicare l'emoticon delle candele, il classico RIP, rest in peace (riposa in pace), niente che renda omaggio alla morte dell'attivista. Tutto viene archiviato come "contenuto illegale".

Una decisione presa dal governo cinese infuriato per il cordoglio e la condanna internazionale.

"Era un criminale che ha violato la legge cinese ed era stato condannato al carcere nel rispetto della legge - ha detto il portavoce del ministero degli Esteri dando voce al fastidio generalizzato del governo per quelle che vengono considerate interferenze di Paesi stranieri - La Cina è uno stato di diritto, ognuno è uguale di fronte alla legge. Chiunque la violi, viene punito".

Ma altre voci cinesi si alzano nitide per difendere l'attivista, voci che portano avanti il suo impegno per i diritti umani, come quella di Chen Guangcheng, dissidente fuggito negli Stati Uniti, che attacca il governo.

"Lu Xiaobo è stato ucciso dal partito comunista cinese - ha detto - serve una indagine internazionale per scoprire cosa hanno fatto".

Trend

guardali tutti

Emozioni

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...