VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 21 FEBBRAIO 2021

Clonato furetto per salvare la specie in via d’estinzione

Clonare un furetto per salvare la specie in via d’estinzione. È quello che hanno fatto all’US Fish and Wildlife Service, dove ha visto la luce Elizabeth Ann, il primo furetto realizzato in laboratorio.

Come mai la specie dei furetti neri è estinta

Elizabeth Ann è il primo furetto clonato per cercare di far sopravvivere la sua specie, ovvero quella del furetto dai piedi neri. Questo tipo di furetti è stato dichiarato estinto nel 1979. Due anni dopo quella data però, un proprietario terriero del Wyoming ha scoperto ha scoperto una piccola colonia di questi preziosi animali, che vivevano proprio nella sua proprietà. A partire da quel gruppo è stato dato il via a un programma di ripopolamento. Questo significa, che tutti i furetti dai piedi neri che esistono oggi in circolazione discendono però da quei sette esemplari che furono rinvenuti negli anni ‘80. Un’opportunità, che nasconde però non poche problematiche. Questo tipo di furetti infatti, hanno solo una minima variazione del pool genetico, il che significa che “spesso la specie è più suscettibile a malattie e anomalie genetiche”, secondo quanto affermato dall’US Fish and Wildlife Service.

Elizabeth Ann, la storia del primo furetto clonato

È stato quindi ideato un piano alternativo per la conservazione della specie del furetto dai piedi neri. L’idea era quella di riuscire a clonare un esemplare sano, per aumentare le possibilità di sopravvivenza. Ed è così che è nata Elizabeth Ann, il primo furetto clonato dalle cellule congelate di Willa, un esemplare vissuto trent’anni fa. L’annuncio lo ha dato proprio l’agenzia dell’US Fish and Wildlife Service qualche giorno fa. Willa è stata scelta perché aveva una maggiore diversità genetica rispetto alla popolazione moderna di furetti dai piedi neri. La speranza è che la diversificazione del patrimonio genetico possa spingere a una ripopolazione di questa specie. Elizabeth Ann ora si trova nel Centro di Conservazione dei furetti coi piedi neri, un santuario costruito apposta per la specie in via d’estinzione nella città di Wellington, in Colorado. Gli esperti e i veterinari si stanno prendendo cura di lei per assicurarsi che cresca sana e robusta insieme agli altri esemplari della sua specie.

2.488 visualizzazioni 8
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...