VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 15 FEBBRAIO 2021

Clubhouse, insidie e rischi del social che sta spopolando

Un nuovo social sta avendo un incredibile successo: si chiama Clubhouse. La piattaforma ha riscontrato un’iniziale fase di adesione entusiasta, ma adesso sta ricevendo alcune critiche che riguardano, prima di tutto, la tutela della privacy degli utenti che si registrano.

Che cosa è Clubhouse

Clubhouse è una nuovissima piattaforma social scaricabile come app da App Store, basata esclusivamente sull’audio. Non ci sono, infatti, foto o testi e non ci si può scambiare file. L’interazione è possibile solo mediante talk in diretta. Clubhouse è nato nel 2020 come una start up americana per mano di Paul Davison e Rohan Seth. La start up recentemente è stata finanziata per un ulteriore round da decine di milioni di dollari e vale, secondo alcune stime, già un miliardo.

I rischi di Clubhouse: la privacy

Anche se Clubhouse sembra essere un’app privacy-oriented, visto che consiste solo nell’ascolto di registrazioni in diretta che, in teoria, verrebbero subito cancellate dalla stessa app, alcuni dubbi sulla sua sicurezza stanno iniziando a circolare. Infatti, l’informativa privacy disponibile sul sito dell’applicativo evidenzia alcuni significativi problemi. Tra i limiti del documento, l’informativa non considera i diritti dei cittadini europei. Inoltre, non è chiaro se Clubhouse abbia adottato le garanzie previste dalle clausole contrattuali standard approvate dalla Commissione UE. Emergono, poi, ulteriori criticità in relazione alle possibili condivisioni dei dati personali che Clubhouse potrebbe effettuare con i propri affiliati senza una preventiva comunicazione all’utente e senza che quest’ultimo abbia fornito un apposito consenso al riguardo.

Anche se Clubhouse pubblicizza il proprio servizio con l’impegno a non registrare le conversazioni che vengono condivise, l’informativa riferisce che le sessioni audio vengono registrate ogniqualvolta viene riportata una violazione dei termini di servizio da un utente durante lo streaming. In questo caso, la registrazione “temporanea”, viene mantenuta per un tempo indefinito dall’app.  Infine, Clubhouse non avrebbe implementato particolari meccanismi di verifica dell’età minima, con il risultato che un minorenne potrebbe accedere a contenuti dedicati a un pubblico adulto. “You use the Service at your own risk. We implement commercially reasonable technical, administrative, and organizational measures to protect Personal Data” (cioè, l’utente utilizza il Servizio a proprio rischio. Implementiamo misure tecniche, amministrative e organizzative commercialmente ragionevoli per proteggere i dati personali) è la garanzia che l’informativa offre agli utenti in tema di sicurezza dei dati.

APP
12.169 visualizzazioni 12
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...