VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 10 DICEMBRE 2021

Come conservare al meglio la carne

Conservare erroneamente la carne può renderla terreno ideale per la proliferazione di microrganismi dannosi per la salute.

 

 

Per conservare al meglio la carne per prima cosa bisogna coprirla con carta o film plastici protettivi, per evitare un’eccessiva perdita di umidità e la contaminazione microbica. La temperatura influenza lo sviluppo dei batteri: quelli patogeni non crescono bene a temperature inferiori a 3 °C, motivo per il quale occorre conservare la carne a temperature il più basse possibile. Un dubbio che assilla molti è per quanto tempo tenere la carne in frigo, salvo indicazioni e scadenze: salsiccia e pancetta possono durare fino a 7 giorni. La salsiccia cruda può essere conservata da 1 a 2 giorni; la carne macinata, anche sottoforma di hamburger, non va tenuta in frigo più di 1-2 giorni. Bistecche ed arrosti possono durare da 3 ai 5 giorni e la carne cotta può essere conservata da 3 a 4 giorni.

 

 

Il congelamento è un ottimo metodo di conservazione: è importante che la carne sia avvolta strettamente in imballaggi che limitino il contatto dell’aria. Il periodo di tempo per cui le carni vengono conservate nel freezer ne determina la qualità: nel comune congelatore a -18 ° C la carne di manzo può durare da 6 a 12 mesi, quella d’agnello da 6 a 9, quella di maiale per 6 mentre i salumi per 2. In ogni caso, il consiglio è quello di consumare la carne in tempi ragionevoli e di scongelarla in modo naturale e lento, passandola dal congelatore al frigo con l’imballaggio intatto. Mettere sotto l’acqua calda corrente la carne ancora congelata è un errore da non fare: così si viene a creare un ambiente favorevole per la crescita di microrganismi che aumentano il rischio d’intossicazione alimentare.

 

 

Altro metodo di conservazione è il sottovuoto, che consente in modo efficace di eliminare l’ossigeno, come noto necessario per lo sviluppo di molti batteri. Ma non solo: con questa modalità di conservazione si riduce anche l’ossidazione degli acidi grassi insaturi e si rallenta lo sviluppo della carne rancida; ecco perché, nel frigo, la carne fresca sottovuoto può durare fino a 6 giorni.

1.506 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...