VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 20 FEBBRAIO 2022

Come essere più attraenti: il segreto che non ti aspetti

Uno sguardo sensuale, un sorriso smagliante o un tono della voce suadente sono considerati elementi base di chi ha un alto sex appeal, ma non sono le caratteristiche su cui si basa la proprio attraenza. La nostra capacità di risultare desiderabili risiederebbe, invece, nel nostro sistema immunitario. Alcuni tratti del viso ritenuti comunemente attraenti, per esempio, possono essere considerati indicatori di buona salute. Ciò che ci piace e che ricerchiamo nel potenziale partner sarebbe quindi la garanzia di benessere, anche in prospettiva di una possibile nascita di figli. Dopo aver visto benefici e controindicazioni del carbone vegetale a tavola (il video qui), ecco ora le caratteristiche che ci rendono più attraenti (e in salute).

Il segreto dell’essere attraenti

Secondo numerose ricerche scientifiche, un certo tipo di volto sarebbe più attraente perché in possesso di un sistema immunitario forte. Negli uomini, sarebbe caratterizzato dalla presenza di determinati globuli bianchi che assicurerebbero una maggiore funzione immunitaria. Mentre le donne sarebbero considerate più attraenti se presentano una crescita lenta di un particolare batterio nel plasma legato alla formazione di anticorpi, ossia se mostrano una minore suscettibilità alle infezioni batteriche. Avere un buon sistema immunitario avrebbe i benefici di assicurare la sopravvivenza dell’eventuale prole e di ridurre il rischio di dover accudire un partner malato che potrebbe influenzare negativamente anche i figli. Il meccanismo di scelta del partner, quindi, farebbe parte del nostro processo evolutivo e non di canoni estetici imposti dalla società o da una particolare gestualità, legata invece alla sensualità che è diversa dall’attrazione. In pratica, le persone i cui volti sono ritenuti comunemente attraenti, di solito hanno una funzione immunitaria relativamente più sana, specialmente per quanto riguarda l’immunità da infezioni batteriche. Se nelle prime fasi, ciò che ci attrae di un partner è quello che inconsciamente valutiamo come “in salute”, solo in una seconda fase della conoscenza subentrerebbero altri fattori come la compatibilità caratteriale, gli interessi comuni e gli ideali condivisi. Nell’uomo moderno, infatti, sarebbero poi i secondi fattori a completare il processo che dà vita alla relazione tra due persone. Per stare insieme, infatti, al di là dell’attrazione fisica iniziale, entrano in gioco un ampio numero di variabili che superano la necessità ancestrale di trovare un compagno o una compagna in buone condizioni fisiche.

0
Chiudi
Caricamento contenuti...