VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 26 AGOSTO 2021

Come fare le spugne in casa con vecchi asciugamani

In ogni casa, spugne e spugnette non sono mai abbastanza: sono le nostre alleate principali per sgrassare i piatti e pulire la casa, ma spesso ci dimentichiamo di igienizzarle. Inoltre, dovendole cambiare spesso perché si consumano facilmente, siamo costretti a spendere soldi per acquistarle e produciamo rifiuti non riciclabili: ecco come risparmiare in modo green.

 

 

Per realizzare delle spugne fai-da-te, lavabili e resistenti, bastano poche semplici mosse e materiali di recupero: possiamo partire, ad esempio, da vecchi asciugamani, ormai lisi o scoloriti, abbinati a qualsiasi altro scampolo di stoffa. Occorrono poi dei ritagli di materiale che fungerà da abrasivo, come ad esempio la rafia o le retine di plastica che contengono ortaggi e verdure, – come cipolle, patate o fagiolini -, delle forbici adatte, ago e filo o la macchina da cucire.

 

 

Per prima cosa bisogna ricavare dai tessuti scelti dei rettangoli delle dimensioni di circa 15 centimetri per 10: l’ideale è ritagliarne tre, uno dall’asciugamano, uno di cotone e uno di retina o rafia. Bisogna poi cucire insieme a rovescio, a mano o a macchina, le stoffe una sull’altra, con la striscia ruvida in mezzo, lungo tutto il perimetro, avendo cura di lasciare un angolo aperto per rivoltare il lavoro una volta finito.

 

 

Riportato il tutto al dritto, si può procedere ad imbottire il sacchettino ottenuto con strisce di cotone e flanella precedentemente tagliate, cucendo poi con cura l’angolino rimasto aperto per completare la spugnetta.

1.736 visualizzazioni 239
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...