Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx CONSIGLI

Come proteggere i capelli dal sole

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
28 MAGGIO 2020 1.533 visualizzazioni

Non c’è quasi niente che possa eguagliare il piacere di sfoggiare una chioma scintillante sotto il sole, ma per mantenere i capelli in salute durante la stagione estiva è necessario prevenirne inaridimento e disidratazione, causati da una prolungata esposizione alla luce solare.

 

Lunghi, corti, del colore naturale o tinti, i nostri capelli necessitano infatti di maggior protezione sotto il solleone: per prepararli, è utile assumere degli integratori naturali a base di miglio o di germe di grano, proseguendo anche nel periodo di vacanza.

 

Prima di esporci al sole, soprattutto in spiaggia, possiamo cospargere sui capelli un cucchiaino di burro di karité: basta scaldarlo tra le mani e poi stenderlo sul cuoio capelluto e su tutta la lunghezza per ottenere un filtro solare efficace e totalmente naturale.

 

Mai dimenticare di applicare il balsamo dopo lo shampoo serale: sono da preferire prodotti all’avena, all’aloe vera o alla camomilla, che leniscono e ristrutturano. Per un trattamento d’urto, invece, prepariamo una volta alla settimana un impasto con un tuorlo d’uovo, un cucchiaino di miele, un cucchiaino di cognac, un cucchiaio di olio di jojoba e uno di germe di grano: stendiamolo sui capelli con un pennello e lasciamo in posa venti minuti, dopo aver avvolto la testa con un asciugamano umido.

 

Per rimediare alle doppie punte, si può applicare sui capelli un impacco a base di olio di cumino nero, ricchissimo di acido linoleico, Sali minerali, vitamine e amminoacidi in grado di favorire il microcircolo della cute e prevenire l’invecchiamento. Se ne usa un cucchiaio due volte alla settimana prima dello shampoo, da massaggiare sulla testa e tenere in posa dieci minuti.

 

Per nutrire in modo naturale capelli secchi o sfibrati, soprattutto se sottili, frulliamo 50 grammi di melone con 20 g di olio extravergine d’oliva e applichiamo il composto sulla chioma ancora bagnata dopo il risciacquo dello shampoo, lasciando agire per un minimo di dieci minuti.

 

Una chioma già stressata va curata e preparata prima dell’esposizione al sole anche per via interna. È utile assumere del macerato glicerico di betulla verrucosa che si trova in erboristeria: ne bastano 70 gocce al giorno, prese quindici minuti prima di colazione. In alternativa, si possono sciogliere 20 gocce di tintura di equiseto in mezzo bicchiere d’acqua e assumerle due volte al giorno per due mesi, lontano dai pasti.

 

Al ritorno dalla spiaggia o da una passeggiata nei boschi, è buona norma eliminare sudore, polvere, sabbia e salsedine dai capelli lavandoli con uno shampoo non aggressivo per evitare che la cute soffochi irritandosi. Effettuare l’ultimo risciacquo con acqua fredda addizionata a uno o due cucchiai di aceto di mele.

 

Quando possibile, lasciamo sempre asciugare la chioma in modo naturale e nutriamo i capelli due volte alla settimana con impacchi a base di olio di germe di grano, di jojoba o di mandorle dolci. Nelle ore più calde è meglio indossare un cappello chiaro di cotone o paglia, materiali che permettono una corretta traspirazione.

Trend

guardali tutti

Emozioni

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...