Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx SALUTE

Come proteggere i denti in modo naturale

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
02 LUGLIO 2020

Tutti vorremmo avere sempre un sorriso smagliante: invece che con costose sedute dal dentista o prodotti chimici iper pubblicizzati, prendiamoci cura della nostra dentatura in modo semplice ed economico tra le pareti domestiche.

 

Salute e bellezza della bocca passano da una corretta igiene orale, per la quale è necessario dotarsi degli strumenti più adatti: è meglio scegliere uno spazzolino con setole sintetiche a punta arrotondata, perché non danneggia le gengive e non è facilmente attaccabile dai batteri; piuttosto che il filo interdentale, investiamo in un idropropulsore, per essere sicuri di eliminare ogni residuo di cibo e dentifricio dalla bocca.

 

I denti vanno spazzolati con movimenti verticali e inclinando la testina dello spazzolino: dall’alto verso il basso per l’arcata superiore e viceversa per quella inferiore.

 

Per sbiancare e rendere brillante la dentatura si possono utilizzare, ogni tanto, metodi totalmente naturali: il primo e più famoso è sicuramente la pasta di bicarbonato e acqua, ma considerato l’effetto abrasivo di questo trattamento, bisogna utilizzarlo al massimo una volta al mese.

 

Passare due o tre volte alla settimana, su entrambe le arcate, una foglia di salvia intera o spezzettarla e unirla al dentifricio, protegge le gengive e previene l’alitosi, senza danneggiare lo smalto, mentre una volta al mese, uno sciacquo con succo di limone, addizionato a mezzo cucchiaino di sale e curcuma, disinfiamma le gengive e rende i denti immediatamente più brillanti.

 

Se è stagione di fragole, potete tagliare a metà un frutto ancora un po’ acerbo e passarlo sulla dentatura una volta ogni quindici giorni per rimuovere macchie di thè, caffè e nicotina; utile allo stesso scopo anche l’aceto di mele: versatene due dita in un bicchiere, bevetelo e trattenetelo in bocca almeno un minuto prima di risciacquare. Lo stesso vale per l’olio d’oliva: mettetene qualche goccia su una garza e poi passatelo sui denti una volta alla settimana.

 

Mangiare a fine pasto la mela, il sedano, o passare sullo smalto la parte bianca delle bucce di limone o arancia, libera gli spazi interdentali dai residui di cibo e aiuta a prevenire la formazione della placca.

Trend

guardali tutti

Consigli

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...