VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 30 APRILE 2021

Come pulire la macchinetta del caffè

La macchinetta del caffè, come ogni utensile da cucina, necessita di pulizia ordinaria e straordinaria. Ecco come fare.

 

Che sia a caffè macinato o a cialde, la macchinetta ha bisogno di due lavori essenziali: la pulizia di routine e la decalcificazione, da effettuare anche tenendo conto della durezza dell’acqua utilizzata.

 

Per la prima, date un’occhiata alle istruzioni della casa produttrice; non esiste un unico modo per procedere, ogni macchinetta ha il suo.

 

La decalcificazione è un’operazione importantissima, specialmente se si utilizza acqua del rubinetto particolarmente dura; a proposito, un consiglio: quando possibile, per i vostri caffè, usate acqua in bottiglia.

 

Per decalcificare procedete così: Inserite nella vaschetta dell’acqua una soluzione a base di 2/3 d’acqua ed 1/3 d’aceto bianco. Accendete, ora, la macchinetta e fatela partire senza cialda, lasciando che l’acqua scorra per un po’.

 

Questa pulizia interna decongestiona le vie di passaggio dell’acqua. L’acqua che esce è biancastra? Niente paura, l’operazione sta portando ai suoi frutti! Quando l’acqua diventerà trasparente – anche dopo 3 o 4 “caffè” a vuoto – sarà pulita.

 

Dopo aver eseguito questa operazione, lavate bene la vaschetta e fate andare la macchinetta ancora “a vuoto”, solo con l’acqua, in modo da rimuovere i residui d’aceto. Ogni quanto decalcificare? Gli esperti consigliano almeno una volta al mese.

 

In ogni caso, ricordatevi di pulire con regolarità tutte le parti, dal serbatoio dell’acqua, al filtro, alla base porta-tazza. Sappiate che tutte le parti smontabili possono essere lavate con acqua e detersivo; da evitare, invece, la lavastoviglie, se non espressamente indicato.

5.635 visualizzazioni 18
Chiudi
Caricamento contenuti...