VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 20 GIUGNO 2022

Come sconfiggere i tarli del legno con la candeggina

I tarli del legno non sono facili da eliminare, ma esistono buoni metodi per aiutare a liberarsi definitivamente del problema. Uno di questi è la candeggina. Scopriamo insieme come usarla.

 

La miglior arma per sconfiggere i piccoli divoratori di legno è la prevenzione. Procedete frequentemente a pulizie profonde, ricorrendo a sostanze sgradite agli insetti come olio essenziale d’eucalipto, d’agrumi o di lavanda. Programmate operazioni di lucidatura periodica dei mobili, non meno di una volta all’anno: il legno grezzo è più appetibile di quello trattato!

 

Sappiate, inoltre, che gli insetti xilofagi amano gli ambienti caldi, umidi e silenziosi; quindi, arieggiate sempre le stanze in cui si trovano le superfici da proteggere, scongiurando la formazione di condensa.

 

Veniamo alla candeggina: l’ipoclorito di sodio può essere utilizzato come antitarlo grazie al suo potere battericida. Evitate però di cospargere la sostanza a caso sulla superficie incriminata: non otterreste il risultato sperato, anzi, rischiereste solo di rovinarla, anche perché i tarli si nutrono in profondità, nei punti in cui la candeggina non riesce a penetrare.

 

Tenete presente, poi, che non siamo di fronte a un principio attivo: l’azione della candeggina si svolge ricreando la cosiddetta “camera a gas”, per cui è sufficiente una quantità di prodotto limitata, da versare in un piccolo contenitore. Ad ogni modo, ricordate che la candeggina è irritante per pelle e mucose, utilizzatela con attenzione!

0
Chiudi
Caricamento contenuti...