Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Confiscati beni per 20 milioni a un imprenditore vicino a Cosa nostra

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
15 NOVEMBRE 2019

La DIA di Palermo ha confiscato aziende, beni immobili e conti correnti, per un valore complessivo di oltre 20 milioni di euro, a Salvatore Vetrano, 48 anni, imprenditore palermitano, vicino a esponenti di spicco di Cosa nostra. I beni sottoposti a confisca erano già stati sequestrati tra il 2013 e il 2014. Nei confronti di Vetrano, nel 1999, è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare perché, per procurare profitto anche ai componenti della famiglia mafiosa palermitana di "Corso Calatafimi", aveva ricevuto e nascosto, in una cella frigorifera di un'azienda riconducibile a lui e al padre, il carico di pesce proveniente da una rapina in danno di un autotrasportatore. Nel febbraio 2002 e a giugno 2012 è stato nuovamente arrestato.

Trend

guardali tutti

Curiosità

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...