Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx CONSIGLI

Coronavirus, i consigli per affrontare l’infodemia e le paure

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
03 MARZO 2020 13.916 visualizzazioni

Il coronavirus sta mettendo a dura prova – sotto l’aspetto psicologico – anche i nervi più saldi, soprattutto per la velocità con cui siamo stati costretti ad abituarci alla nuova realtà virale; realtà che ha risvegliato – come spiega Enrico Zanalda, presidente della SIP – la paura collettiva di essere travolti da un’epidemia; una fobia talmente radicata da spingere a compiere anche azioni incontrollate.

 

Questo timore atavico è amplificato dall’infodemia, ovvero la diffusione velocissima di notizie parziali, contraddittorie e alle volte false, capaci di causare un pericoloso clima di sfiducia – non in ultimo – nelle Istituzioni.

 

L’Italia è sì il paese europeo col maggior numero di casi accertati ma – come conferma Massimo Di Giannantonio, presidente eletto della SIP – sta registrando anche le più ingiustificate ed eccessive reazioni psicologiche.

 

Insomma, un vero e proprio mix ansiogeno che ha modificato letteralmente le nostre abitudini quotidiane. La chiusura dei luoghi pubblici e la sospensione degli eventi culturali e sportivi hanno contribuito a rendere le persone ancora più fragili al cospetto di questa minaccia invisibile. Più che la malattia, ciò che si teme è la paura stessa del contagio, dimostrando quindi come stato d’ansia e ipocondria si stiano diffondendo forse più del virus.

 

Ecco come comportarsi in questa situazione di caos generale:

  1. Attenersi alle comunicazioni ufficiali delle autorità sanitarie;
  2. Riconoscere che le cose “spaventose” che attraggono la nostra attenzione non sono necessariamente le più rischiose;
  3.  Contenere la paura, mantenere la calma ed evitare di prendere decisioni fino a quando il panico non è passato;
  4. Affidarsi alle testate giornalistiche ufficiali e autorevoli;
  5. Scremare tutto ciò che si intercetta online, soprattutto se non verificato;
  6. Rivolgersi al medico di fiducia per qualsiasi domanda o dubbio;
  7. In presenza di panico, ansia o depressione contattare uno specialista.

 

A cura di Federico Mereta, giornalista scientifico

Trend

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...