VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 25 GIUGNO 2021

Cosa sono i CIR e sono davvero convenienti?    

Sono i titoli del debito pubblico italiano voluti dalla Lega, a condizioni di favore, per i risparmiatori italiani. Vediamo insieme perché, pur non risolvendo lo spread, i conti individuali di risparmio (CIR) rappresentano una valida opportunità d’investimento.

 

Fra le condizioni di favore, rendimenti non tassati, la possibilità di scaricare l’investimento dalla dichiarazione dei redditi e niente commissioni bancarie ed imposte di bollo. L’obiettivo del partito di Matteo Salvini e del Movimento 5 Stelle è evidente: contenere la speculazione finanziaria, riducendo la quota di debito in capo agli investitori non italiani ed agevolandone l’assorbimento fra famiglie del nostro Paese.

 

Una proposta a cui, però, esistono diversi limiti, prima fra tutte la fattibilità. Se agli istituti bancari non si dà la possibilità di guadagnare, non ci si può aspettare che gli investimenti dei clienti si dirottino dai bond ai CIR; e senza le banche, viene difficile immaginare i più anziani (ed anche i meno avvezzi alle questioni finanziarie) collegarsi a mezzo web per acquistare le emissioni dei titoli.

 

C’è da capire, poi, se questi strumenti siano negoziabili sul mercato secondario; in caso positivo, sarebbero cedibili solo ad altri soggetti residenti, limitandone lo scambio; in caso negativo, avrebbero vita breve, in quanto sarebbero in pochi ad investire in un prodotto non liquidabile prima della scadenza.

 

Detto ciò, il nostro governo, per evitare lo scontro con le banche, starebbe pensando di contenere le emissioni dei CIR per un totale di 15 miliardi di euro all’anno; non è tutto: a ciascun risparmiatore verrebbe consentito d’acquistarne solamente 3.000 euro annui, per porre un limite all’onere fiscale a carico dello Stato. Evidente che, così facendo, il problema della speculazione sul debito pubblico del nostro paese non si scalfisce minimamente.

 

Limitazioni tutte queste che, tuttavia, appaiono necessarie, per evitare una fuga dei risparmiatori italiani dai conti correnti e deposito, ad oggi offrenti tassi azzerati anche sulle giacenze vincolate.

2.007 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...