VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CONSIGLI 02 APRILE 2020

Cos'è un business plan e come farlo

Il piano industriale, o business plan, è un documento programmatico molto dettagliato, in cui inserire lo sviluppo delle attività imprenditoriali: punti di forza, analisi della concorrenza, assegnazione dei ruoli e budget a disposizione sono solo alcuni degli elementi che lo compongono e che vanno definiti fin dalle fasi iniziali, tenendo conto delle tempistiche operative sul breve, medio e lungo termine.

 

Avere le idee chiare sulle strategie di marketing e sull’entità degli investimenti da effettuare rende più semplice l’interazione con le banche e le società finanziare, sia nel settore pubblico, che in quello privato.

 

L’improvvisazione e la fretta, in questo campo, non sono ammesse. Bisogna affidarsi a chi ha le competenze necessarie per redigere il documento, che deve essere strutturato in due sezioni diverse: la prima in cui spiegare il progetto, il suo posizionamento nel mercato competitivo, gli obiettivi da raggiungere e le risorse umane e patrimoniali necessarie e la seconda con i dati numerici effettivi e le proiezioni economico finanziarie per ogni step da intraprendere.

 

Si entra poi nel dettaglio, inserendo i dati di riferimento dell’azienda, come personale e organigramma, forma giuridica e compagine sociale, a cui deve seguire una puntuale analisi del mercato e dei relativi trend, oltre alle caratteristiche dei prodotti e dei servizi da distribuire.

 

Una delle parti più consistenti del business plan deve essere dedicata al marketing, basato sulla cosiddetta “regola delle 4 P”: prodotto, prezzo, placement e promozione, correlati con il target di clienti a cui rivolgersi.

 

Vanno poi elencati tutti gli strumenti utili a raggiungere i risultati prefissati: descrizione della sede produttiva dell’azienda, elenco fornitori, disamina degli aspetti logistici e gestione delle risorse umane.

 

Il focus sui dati economico finanziari deve essere preciso e trasparente e comprendere requisiti patrimoniali, modello di finanziamento, piani di rimborso e dei tassi di interesse, nonché pianificazione di costi e ricavi, calcolo dell’utile lordo, delle entrate minime, redditività e liquidità.

 

Le sezioni finali esplicitano le attività promozionali e di comunicazione, attraverso l’individuazione del messaggio da trasmettere e dei canali più adatti a veicolarlo, definendo il budget da destinare a questo scopo e le motivazioni che hanno portato l’azienda ad ideare il progetto.

 

Il business plan deve essere affidato a persone di comprovata esperienza finanziaria, sia interne che esterne all’azienda, o compilato con gli appositi tool disponibili sul web.

2.627 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...