VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 05 FEBBRAIO 2021

Covid-19, Arcuri: Italia prima in Europa per persone vaccinate

Roma, 5 feb. (askanews) - "Siamo il primo paese europeo per numero di persone vaccinate".

Il commissario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri è sereno e rassicurante: il piano vaccinale in Italia procede "alla velocità massima compatibile con il numero delle dosi che arrivano in Italia", si sta recuperando il terreno perso a causa dei ritardi nelle forniture dei vaccini, è stato somministrato l'80% delle dosi disponibili e siamo ormai alla cifra di 1

milione di vaccinazioni definitive.

"Negli ultimi 10 giorni finalmente la curva è tornata a crescere - ha spiegato Arcuri - abbiamo somministrato una media di 83.000 somministrazioni al giorno e iniziato la somministrazione delle seconde dosi, abbiamo vaccinato quasi 1 milione di italiani

definitivamente".

Arcuri ha parlato anche dell'imminente arrivo del nuovo vaccino di AstraZeneca: 249.600 dosi che da sabato 6 febbraio 2021 verranno stoccate nell'hub dell'Aeronautica militare a Pratica di Mare, vicino Roma e poi distribuite dall'Esercito e dalle altre Forze armate alle Regioni per una rapida somministrazione. Ma, tenendo conto delle limitazioni suggerite dall'Ema e dell'Aifa circa l'età dei destinatari di questo specifico vaccino anti-Covid19 (fino a 55 anni) per chi saranno utilizzate queste dosi?

"Abbiamo deciso - ha precisato il commissario - di cominciare con le categorie prioritarie: insegnanti, forze dell'ordine, forze armate, i lavoratori dei servizi essenziali, il personale

carcerario e le persone che vivono all'interno delle carceri, il personale e gli ospiti dei luoghi di comunità. Qual è l'obiettivo di questa seconda linea della campagna? Se il primo è abbassare la letalità, il secondo è abbassare la diffusione dei contagi; abbiamo imparato che il virus circola di più tra le persone più giovani e che sono costoro i moltiplicatori prevalenti nella diffusione dei contagi".

Arcuri, infine, ha aggiunto che, qualora fosse necessario, l'Italia è pronta a produrre su licenza, in propri stabilimenti farmaceutici, i vaccini Pfizer-BioNtech e Moderna.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...