VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 08 GENNAIO 2021

Covid, Elena Baraldi: prima italiana a ricevere il vaccino

Nel Regno Unito i cittadini hanno già iniziato a ricevere le prime dosi del vaccino Pfeizer Biontech contro il Covid-19 e tra loro c’è anche Elena Baraldi, prima italiana a vaccinarsi contro il Coronavirus. Nella distribuzione delle dosi è stata infatti data priorità ai soggetti a rischio e al personale sanitario di cui fa parte anche Elena. Il Regno Unito è stato il primo Paese in Europa a cominciare a far vaccinare la propria popolazione contro il nuovo virus che ha provocato la pandemia mondiale. La ragazza italiana che si è vaccinata è un’infermiera trentenne proveniente da Modena ma che vive ormai da anni a Londra. “Non ho avuto dubbi  e sono contenta di essermi vaccinata, sia per proteggere me stessa, sia per non diventare un veicolo di contagio verso pazienti, amici e familiari, che non so quando potrò riabbracciare. Contro questo virus il vaccino è l’unica soluzione”, ha commentato Baraldi. La ragazza sembra quindi essere felice di esser stata tra i primi a ricevere il farmaco e appare sicura sulla sua utilità nel contrastare la pandemia.

Chi è l’infermiera italiana Elena Baraldi

Elena Baraldi si è laureata nel 2014 e poco dopo si è trasferita nella capitale dell’Inghilterra. Attualmente lavora come infermiera al Croydon University Hospital della città ed è rientrata tra le persone che avevano precedenza nella vaccinazione anti Covid perché più a rischio di essere contagiata. Sulla sua esperienza con i pazienti positivi al Coronavirus ha detto di aver visto “morire tanta gente, anche giovane, tra i quali un mio collega di trent’anni che non aveva patologie”. Baraldi lavora, infatti, nel pronto soccorso che cura i casi più gravi di Covid-19 e si occupa delle ventilazioni e dei caschi. “Il Covid è subdolo perché in alcune persone – ha aggiunto – a causa di reazioni immunitarie anomale, può portare a un aggravamento repentino. Senza dimenticare che molti sopravvissuti hanno strascichi importanti, come problemi renali, polmonari o neurologici anche permanenti”. Per Elena Baraldi vaccinarsi è stata “una grande opportunità”. In un’intervista al quotidiano Il Resto del Carlino l’infermiera ha poi assicurato di non aver avuto effetti collaterali tranne un lieve indolenzimento al braccio.

13.365 visualizzazioni 22
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...