VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 04 DICEMBRE 2022

Covid, il sintomo più comune nei vaccinati: non è la febbre

Il Coronavirus continua a far parte delle nostre vite quotidiane e ce lo dimostrano i dati con contagi sempre presenti nei report rilasciati. Grazie alle buone abitudini che ormai abbiamo imparato a conoscere – dal vaccino al distanziamento sociale, dall’igienizzazione delle mani ai dispositivi di protezione personale – possiamo difenderci con efficacia. Tuttavia, le varianti del virus ne modificano la sintomatologia nei pazienti, cosicché può diventare difficile riconoscerlo. Soprattutto in tempi in cui inizia a circolare anche l’influenza stagionale.

I medici sottolineano come la vaccinazione completa sia l’arma numero uno per combattere il Covid19 tuttavia non ci rende immuni dal contagio. Il vaccino, infatti, predispone il nostro organismo a contrastare meglio il Coronavirus e a non rischiare di sviluppare forme gravi dell’infezione sino a dover ricorrere all’ospedalizzazione. Gli studi in corso, poi, evidenziano come il siero vaccinale possa modificare anche i sintomi da contagio, di gran lunga meno violenti che in passato complici anche le varianti.

0
Chiudi
Caricamento contenuti...