VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 14 DICEMBRE 2020

Dalle Ande la prima alternativa vegana al cuoio

Il colombiano Alejandro Moreno ha brevettato un’alternativa vegana al cuoio, utilizzando una fibra naturale coltivata nelle zone andine.

Niente più pelle di animali: con la sua azienda, la Fiquetex, Moreno produrrà la prima alternativa vegana al cuoio, grazie ai diversi anni di ricerca passati presso la Royal Academy of Engineering inglese. I suoi studi hanno mostrato che la fibra fique può avere un’enorme varietà di usi, non in ultimo nel settore moda. La Colombia è il principale paese al mondo a produrla, con oltre 20mila tonnellate all’anno. Il problema, però, è che della pianta viene utilizzato solo il 4%: in genere, infatti, si usano unicamente le fibre lunghe, per la realizzazione di sacchetti di caffè.

 

 

A differenza del cotone, il fique necessita di pochissima acqua, è sufficiente anche solo l’irrigazione naturale. Insomma, un’alternativa davvero eco-friendly. Basta pensare che per la produzione di una tonnellata di fibra di fique basta appena un decimo dell’energia necessaria per produrre una tonnellata di fibra di poliestere o polipropilene.
La produzione comincerà a metà 2021, dal quartier generale di Itaguí, in Antioquia. Ma Moreno spera di esportare presto il materiale in Australia, in Canada, in Germania e nei Paesi Bassi.

0
Chiudi
Caricamento contenuti...