VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 04 MAGGIO 2022

David di Donatello: chi e come decide i vincitori

I premi del David di Donatello sono 21, per il cinema italiano, la giuria quindi stabilisce altrettanti vincitori. Le categorie sono:

  • Film;
  • Regia;
  • Regista esordiente;
  • Sceneggiatura originale;
  • Sceneggiatura non originale;
  • Produttore;
  • Attrice protagonista;
  • Attore protagonista;
  • Attrice non protagonista;
  • Attore non protagonista;
  • Autore della fotografia;
  • Compositore;
  • Canzone originale;
  • Scenografia;
  • Costumista;
  • Truccatore;
  • Acconciatore;
  • Montatore;
  • Suono;
  • Effetti visivi VFX;
  • Documentario di lungometraggio.

I lavori, quindi, vengono passati in rassegna e un pool di esperti che stabilisce i migliori delle varie categorie. Inoltre un David di Donatello viene assegnato a un esponente del cinema straniero e ci sono anche un David Giovani e uno dello Spettatore.

Per il miglior cortometraggio c’è una commissione speciale, mentre il miglior documentario viene votato da tutti i giurati, su una selezione di 10 opere (stabilita da una commissione ad hoc).

Possono concorrere sia i film italiani che quelli stranieri. Quest’anno il periodo di riferimento riguarda le pellicole uscite dal primo marzo 2021 al 28 febbraio 2022, in programmazione nelle sale per almeno tre giorni (venerdì, sabato, domenica e festivi esclusi).
Di norma, i film italiani devono essere dichiarati alla DG Cinema e Audiovisivo del MiCcome opere destinate alla distribuzione cinematografica. Fa eccezione il 2022, viste le modalità alternative scelte a causa delle norme anti-Covid. Gli artisti, comunque, devono presentare un’apposita domanda per iscriversi al concorso entro il 31 gennaio.

Come è composta e vota la giuria

La giuria è composta dai candidati e dai premiati con il David di Donatello, dai componenti dell’Assemblea dei Soci, dal Consiglio Direttivo dell’Accademia, dai rappresentanti della lista “Cultura e Società” (formata da esponenti competenti e di fama riconosciuta in ambito cinematografico). I giurati devono far parte dell’Accademia del Cinema Italiano.

Il voto è personale e segreto. Una prima volta, i membri che sono stati candidati o hanno vinto nelle edizioni precedenti del David di Donatello daranno tre preferenze obbligatorie per le varie categorie di appartenenza. I registi, gli sceneggiatori, i produttori, i Soci della Fondazione e i membri del Consiglio Direttivo voteranno esprimendo tre preferenze obbligatorie per le varie categorie in concorso. I rappresentanti della lista Cultura e società”, che valorizza i protagonisti dell’audiovisivo non appartenenti alle categorie dei candidati e vincitori, daranno sempre tre preferenze per selezionare i migliori fra film, regia, e regista esordiente, attrice e attore protagonisti, attore e attrice non protagonisti, film straniero e documentario.

Successivamente si vota di nuovo, sulla base delle cinquine ottenute dalla precedente votazione. Se un attore/attrice risulta candidato/a per più di un film nella stessa categoria, verrà considerata solo la pellicola per cui ha ottenuto più voti.

Non possono concorrere attori italiani e stranieri doppiati (e i doppiatori dei film d’animazione), i premi devono essere ritirati personalmente durante la cerimonia di consegna. Per i film stranieri è necessario che venga presa visione della versione originale dell’opera.

I David Speciali vengono stabiliti dalla Presidenza e dal Consiglio, possono esserne assegnati fino a tre con motivazione. Il David dello Spettatore va al regista del film italiano che ha raggiunto il maggior numero di spettatori e presenze calcolate entro la fine di marzo 2022. Il David Giovani viene scelto e votato da una Giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori.

 

0
Chiudi
Caricamento contenuti...