VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 24 MAGGIO 2022

Detergenti probiotici, quali sono e come funzionano

I probiotici sono batteri buoni che ci difendono dagli agenti patogeni in modo naturale. Li associamo molto spesso in relazione alla nostra salute perché sostengono la funzionalità intestinale e aumentano le nostre difese immunitarie. Ma la naturale azione protettiva dei probiotici è molto utile ed efficace anche in altri ambiti, tra cui quello delle pulizie domestiche. I detergenti probiotici utilizzano una combinazione unica di batteri fermentati e oli essenziali che alla fine creano composti noti come bio-detergenti, che neutralizzano lo sporco.

Tuttavia, è importante sottolineare che non uccidono tutti i batteri, ed in sostanza è un fattore positivo, perché preservano i batteri buoni. In commercio esistono detergenti naturali a base di probiotici, noti anche come microorganismi vivi. Si tratta di detergenti ecologici e sostenibili perché al posto di sostanze chimiche inquinanti o potenzialmente pericolose, sono formulati con batteri buoni che non provocano problemi né all’ambiente né alla nostra salute e ci difendono dalla proliferazione di batteri cattivi.

Come funzionano i detergenti probiotici?

I probiotici, grazie alla naturale produzione di enzimi, sgretolano e metabolizzano lo sporco, eliminano i batteri patogeni, prendendone il posto e creando un microbiota sano e protettivo sulle superfici. Grazie alla proliferazione dei probiotici, i batteri patogeni non troveranno le condizioni favorevoli per crescere e svilupparsi e la superficie risulterà più pulita e più a lungo, sicura e priva di cattivi odori. Contemporaneamente, grazie all’uso di detergenti probiotici, si riduce in modo notevole l’esposizione a detersivi e disinfettanti chimici, realizzati con ingredienti di sintesi che possono dare problemi alla pelle, all’apparato respiratorio, agli occhi, e che finendo negli scarichi inquinano l’ambiente.

I detergenti probiotici non presentano alcun rischio per la nostra salute, per quella di bambini e di animali domestici e non sono un pericolo per il suolo e le acque, tanto che i microorganismi vivi vengono impiegati anche per la cura delle piante e per fertilizzare il terreno. I probiotici possono essere utilizzati in numerosi prodotti per le pulizie di tutta la casa, dai pavimenti ai detergenti per il bagno, dal detersivo per la lavatrice a quello per i piatti. Uno studio del 2016, che ha testato l’uso di detergenti probiotici negli ospedali, ha stabilito che riducono la presenza di batteri resistenti ai farmaci e che agiscono nel limitare la proliferazione di batteri pericolosi.

2
Chiudi
Caricamento contenuti...