VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SALUTE 04 MARZO 2022

Dieta, frittura meglio della bollitura?

Ecco perché la frittura può essere addirittura meglio della bollitura.

 

La frittura, metodo di cottura noto sin dai tempi dell’Impero Romano, è anche uno dei più discussi. Tuttavia, secondo alcuni esperti, è più sana della bollitura, a patto che venga fatta coi giusti accorgimenti, come spiega la nutrizionista Chiara Manzi.

 

Stando alle parole della dottoressa, il fritto riattiva il fegato: una volta assimilati, i grassi vengono usati dall’organo per produrre colesterolo buono e cattivo; l’apporto di grassi insaturi favorisce HDL, il colesterolo “spazzino” delle arterie che pulisce dal colesterolo LDL che tende a depositarsi sulle pareti dei vasi.

 

Inoltre, la frittura, se fatta secondo metodi scientifici, aiuta a preservare vitamine e antiossidanti, degradati invece da cotture come bollitura e a vapore: la gustosa crosticina che si forma attorno all’alimento diventa un vero e proprio scudo contro l’ossigeno, diminuendo dell’80% ad esempio la perdita di vitamina C e vitamine del gruppo B.

 

Insomma, il fritto fatto coi giusti accorgimenti non fa male. Fate attenzione alle sostanze cancerogene che si possono formare in fase di frittura: i cibi vanno gustati con una lieve doratura, niente colorazione marroncina.

 

Evitate sbalzi di temperatura e ricorrete al termostato. Mai riutilizzare lo stesso olio, soprattutto se si friggono alimenti ricchi d’acqua. Olio migliore da usare? Quello di girasole con circa l’80% di acido oleico. Per la panatura utilizzate quinoa; tende a non scurire. Ricorrete al comune pangrattato? Allora, aggiungete un 3 % di te verde: i polifenoli contenuti impediranno la formazione della malsana crosticina scura.

 

Durante la frittura mantenete la temperatura stabile sui 170 ° C. Prediligete, per friggere, prodotti congelati appena tolti dal freezer: passando da -18 ° C a 170 °C, consentirete lo shock termico, fenomeno fondamentale per impedire all’acqua degli alimenti di sublimare facendo entrare il grasso nel prodotto. Last but not least, entro 10 secondi dalla frittura utilizzate carta super assorbente per togliere dalle vostre pietanze tutto il grasso.

 

A cura di Luana Trumino, editor specializzata in salute&benessere

 

0
Chiudi
Caricamento contenuti...