Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NEWS

Fabrizio Moro: a Sanremo un brano dedicato a mia figlia Anita

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
30 GENNAIO 2017

Roma, (askanews) - Un brano dedicato alla figlia, che l'ha aiutato ad uscire da un momento particolarmente brutto della sua vita.

Fabrizio Moro torna sul palco dell'Ariston, nella sezione campioni, per la 67esima edizione del Festival di Sanremo, con 'Portami via', brano di cui e' anche autore e che sara' contenuto nel suo nuovo album di inediti 'Pace', in uscita il 10 marzo.

L'artista romano si racconta ad askanews: 'Portami via e' una richiesta di aiuto che ho scritto in un momento molto difficile della mia vita.

Ho scritto questi versi pensando a mia figlia che e' stato l'unico essere umano a uscire da questo momento cosi' devastante per me.

E' scritta per lei.

Sembra dedicata a una donna, ma lei e' l'unica donna che in questo momento amo nella mia vita.

E' dedicata a mia figlia Anita'.

Tanta ansia, ma anche serenita' alla vigilia della sua quinta partecipazione a Sanremo (due come cantautore e due come autore): 'Mi guardo spesso indietro nel tempo, perche' c'e' un filo conduttore con Sanremo che dura ormai da diversi anni.

Sicuramente c'e' tanta ansia perche' il palco di Sanremo, aldila' dell'esperienza che hai, mette sempre un po' di ansia, perche' in tre minuti devi raccontare tutto un lavoro durato anni, nel mio caso in due anni.

Punto molto sul disco, sul tour, una produzione su cui sto credendo molto.

Esprimere in tre minuti il cuore di questo progetto mette sempre un po' d'ansia.

Ma rispetto agli anni precedenti, c'e' un maggiore equilibrio in me stesso.

Comincio a sentirmi a casa, e poi credo sia il momento giusto per tornare su quel palco'.

Nella serata di giovedi', in cui il Festival sceglie di omaggiare la tradizione della canzone italiana, Fabrizio Moro interpretera' il brano 'La leva calcistica della classe '68' di Francesco De Gregori: 'E' uno dei piu' grandi pezzi della musica italiana.

C'erano diverse opzioni davanti ai miei occhi, ma ho scelto questo perche' e' un pezzo che mi emoziona in particolar modo.

E' un pezzo che canto in maniera totalmente diversa dal Maestro e mi ricorda mio figlio che gioca a pallone, rivedo un po' Nino in lui'.

C'e' un oggetto che Fabrizio Moro porta sempre con se', quando si esibisce.

'In realta' non sono scaramantico, ma porto sempre delle cose.

C'e' un rosario che mi ha regalato un mio amico napoletano, un rapper.

E me lo porto sempre dietro.

Mi da' energia'.

Sulla scelta di Carlo Conti di portare i big a 22, l'artista risponde: 'Spero venga data sempre piu' importanza alle canzoni e lui (Carlo, ndr) inserendo piu' artisti in gara ha cominciato a dimostratre questa cosa'.

Trend

guardali tutti

Consigli

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...