VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 07 GIUGNO 2021

Fanno il caffè con gli scarti alimentari: la novità americana

Il caffè è una delle bevande più amate e bevute al mondo. Dal bicchierone on the road all’americana ai “cafè” parigini insieme ai croissant, ogni cultura negli anni ha fatto suo un modo speciale di consumarlo, diventato iconico.

L’evoluzione del mercato

Dalla moka alle cialde, dal deca alle mille varianti il mercato di strada ne ha fatta, intercettando sempre nuove esigenze al passo con i tempi. L’ultima novità viene dagli Stati Uniti e sta già facendo discutere.

L’idea di Atomo Coffee

Una startup di Seattle ha messo a punto un caffè a partire dagli scarti alimentari sostenibili, come semi, noccioli o bucce, per ricrearne la struttura molecolare. Addio ai chicchi, secondo i fondatori di Atomo Coffee il risultato è sorprendente, poiché la bevanda è del tutto simile all’originale e non ne farebbe rimpiangere per nulla l’aroma, il sapore, il corpo e il profumo inconfondibili del caffè e così cari ai consumatori che tanto lo amano.

Sostenibilità ambientale per salvare le piantagioni

Quest’idea bizzarra, sviluppata anche grazie a un crowdfunding ha dietro, in realtà, un obiettivo ambizioso, che strizza l’occhio all’economia circolare. Quest’alternativa sostenibile al caffè, infatti, mira a ridurre l’impatto sulle piantagioni, già messe a dura prova dal cambiamento climatico. Perdendo le condizioni naturali più favorevoli, tantissime specie rischiano l’estinzione. Dal mondo scientifico provengono diversi studi in questo senso che stanno destano molta preoccupazione nel settore della produzione del caffè.

Ma questo non è l’unico obiettivo della startup. Questa variante servirebbe anche a contenere lo spreco alimentare, dando nuova vita al materiale di scarto di alcuni cibi.

Una rivoluzione per il mercato?

I consumatori del caffè hanno dimostrato negli anni di non lasciarsi intimidire da nuove invenzioni, tant’è che di sperimentazione su questa bevanda ne sono state fatte tantissime. Dall’altro lato, un caffè senza chicchi potrebbe creare delle resistenze da parte dei più puristi che mal volentieri si fanno trascinare in varianti che stravolgono la tradizione.

In attesa che il prodotto di Atomo Coffee sia lanciato sul mercato entro la fine del 2021, c’è da chiedersi se questa bevanda che rinuncia ai chicchi sarà davvero così promettente come dicono i suoi inventori. Se così fosse, potrebbe davvero rivoluzionare il mercato, puntando su un caffè buono, ma anche green.

2.158 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...