VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NEWS 21 APRILE 2017

Giardini protagonisti in Costa Azzurra, tra tradizione e visione

Nizza, (askanews) - Sole, stile, classe.

Ma alla Costa Azzurra non basta essere riconosciuta come una delle mete vacanziere piu' in e chic del mondo, cosi' va aggiunta un'altra parola alla sua presentazione: tradizione.

E la tradizione in Costa Azzurra, sin dalle origini con i primi visitatori, inglesi e russi in particolare, e' fatta di centinaia di ettari di giardini tutti diversi ed unici.

Da qui l'idea di lanciare la prima edizione del Festival dei Giardini, con in competizione oltre a Nizza anche Mentone, Antibes-Juan Les Pins, Cannes e Grasse.

Il senso della Costa Azzurra per i giardini (effimeri e non), dunque.

Questo potrebbe essere il titolo di un film (quando c'e' Cannes di mezzo la citazione e' d'obbligo), che racconta storia, passato, presente e anche il futuro dell'urbanismo.

Come spiega, dal giardino predisposto a Mentone con prodotti tutti bio e commestibili, l'architetto urbano Arnaud Reaux: 'La citta' e' definita normalmente come uno spazio asfaltato, molto lineare.

Quello che e' interessante invece e' reintegrare la biodiversita' per creare connessione tra gli abitanti e il ciclo di vita delle piante'.

Madrina d'eccezione di un evento che guarda gia' alla prossima edizione, Julie Depardieu, figlia di Gerard e a sua volta attrice capace di spaziare tra i generi.

E grande amante della natura: 'I giardini sono piu' importanti di quello che si pensi, rappresentano la liberta', la vita, dimostrano che la coabitazione tra tutte le specie e' possibile, un insegnamento utile nella nostra vita di tutti i giorni'.

La Costa Azzurra dunque si promuove anche come nuova via ad una sostenibilita' urbana fatta di un rapporto antico e allo stesso tempo attualissimo con il mondo vegetale.

Eric Dore, direttore generale del comitato regionale del turismo della Costa Azzurra: 'Questa regione e' in sostanza fatta dai suoi giardini, anche se si e' costruito tanto, resta sin dall'inizio della sua storia turistica caratterizzata dal rapporto con i suoi giardini, capaci anche loro di attrarre gente da tutto il mondo'.

Perfetto allora il metterli in competizione, per il piacere di grandi e piccini, affidando ad effimere realizzazioni cosi' come a storici luoghi, la Promenade du Paillon a Nizza, alla patria delle fragranze, Grasse, e ai giardini della Villa Fragonard, passando per la Villa Rothschild di Cannes, solo per citarne alcuni.

Un'esperienza vissuta in un crescendo di sensazioni riassunte da uno dei nomi top dell'architettura e del design paesaggistico mondiale, Jean Mus, capo della giuria: 'E' un'esperienza di generosita', grazie alle persone venute qui da tanti paesi.

Con l'incontro di tradizioni che arrivano dall'Italia come dai paesi esotici.

Capaci di far diventare questo festival, e questa terra, attraverso i suoi giardini come il simbolo stesso della passione'.

1
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...