VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 30 MARZO 2022

Guerra in Ucraina, 30 informatici neutralizzano carri armati

Da quando è iniziato il conflitto tra Russia e Ucraina, si sente parlare spesso anche di guerra informatica. Le immagini e i video degli scontri corrono veloci su web e social network: tra questi ha avuto grande eco la notizia degli attacchi informatici subiti dai siti del Cremlino.

Oggi si aggiunge un nuovo tassello alla battaglia sviluppata “in rete”: trenta giovani informatici infatti si sarebbero resi protagonisti di una vera impresa, riuscendo a neutralizzare di fatto i carri armati russi presenti sul territorio ucraino. Si tratta del convoglio di mezzi ​​lungo 60 chilometri che puntava dritto sulla capitale, Kiev.

Il The Guardian ha riportato i dettagli dell’impresa che ha dell’incredibile, avvicinando alcuni uomini chiave dell’unità: un gruppo di operatori di droni, nato spontaneamente nel 2014, durante la prima invasione russa dell’Ucraina (quando venne occupata la Crimea e una parte del Donbass), ha dapprima messo in piedi un crowdfunding per procurarsi i componenti necessari, e poi ha attuato il piano.

Guerra in Ucraina, la resistenza “informatica” che usa i droni

Insieme, programmatori di software, ingegneri informatici e piloti amatoriali, hanno costruito autonomamente i droni-spia e un sistema chiamato Delta, che consiste in una una rete di sensori che registrano i movimenti del nemico. Attualmente, dopo i blocchi imposti dalla Russia, si appoggiano ai satelliti di Elon Musk, Starlink.

Sul posto, un commando equipaggiato di tutto punto, proprio grazie al lavoro dei droni è riuscito ad avvicinarsi al convoglio russo di notte a bordo di quad, sorprendendo il nemico e distruggendo alcuni veicoli in testa al convoglio. L’atto avrebbe neutralizzato la carovana: “Il primo scaglione delle forze russe è rimasto bloccato senza carburante e senza munizioni”, ha dichiarato al The Guardian Yaroslav Honchar, il tenente colonnello che comanda l’unità, e “tutto per merito del lavoro di trenta uomini”.

Guerra in Ucraina, l’unione (con la tecnologia) fa la forza

A legittimare il racconto rilasciato al quotidiano britannico, ci sono le notizie date dalla stampa: gli attacchi supportati dall’azione dei droni sarebbero proprio alla base dei motivi che hanno di fatto interrotto la marcia dei carri armati su Kiev. “Siamo come uno sciame d’api: un’ape da sola non può fare niente ma se ne metti mille insieme possono sconfiggere una grande forza. Noi siamo come le api, ma operiamo di notte” ha dichiarato alla fonte Honchar.

15.305 visualizzazioni 45
Chiudi
Caricamento contenuti...