VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CONSIGLI 08 GENNAIO 2021

I diversi tipi di colloquio e come affrontarli

Scopriamo insieme i diversi tipi di incontro di lavoro e come affrontarli.

 

 

Per prima cosa, scegliete un abbigliamento consono, indossando un outfit professionale, senza accessori, acconciature o trucco eccentrici.
Occorre dare la giusta impressione anche per contenuti: rispolverate vecchie informazioni ed acquisitene di nuove circa il lavoro interessato e la realtà cui vi state proponendo.
Importante sapere se il colloquio sarà tecnico o meno, e se sarà richiesta una competenza specifica, come padronanza di una lingua straniera od utilizzo di un sistema operativo.
Fondamentale saper parlare di sé in modo asciutto ed empatico: preparate un discorso che non superi i 3 minuti, tralasciando dettagli non legati alla sfera lavorativa.

 

 

In cima alle classiche delle domande standard c’è il “come ti vedi tra 5 anni?”, per capire se la posizione offerta rappresenta un modo per rimpiazzare un periodo morto o, al contrario, una vera opportunità di crescita.
Altra domanda quotata è “perché dovremmo scegliere te?”, a cui rispondere mettendo in campo esperienze lavorative legate al posto ambito e caratteristiche personali che possano giovare all’azienda.
L’addetto alle risorse umane potrebbe fare anche domande trabocchetto, come “se andassi su un’isola deserta, cosa porteresti con te?”. Sappiate che la risposta, per quanto bizzarra, sarà un valido elemento conoscitivo!
Ciliegina sulla torta quesiti come “cosa non ti piaceva del tuo ex lavoro?”. Non biasimate mai nessuno del contesto precedente, non sarebbe professionale; sottolineate, piuttosto, gli elementi che vi hanno spinto a far parte di quella squadra.
Nei colloqui di gruppo, in genere, i selezionatori chiedono ai candidati di prendere posto attorno ad un tavolo.

 

 

Mantenete uno sguardo accogliente, senza dare l’impressione di voler fuggire.
Necessario mostrare buone doti relazionali con gli altri membri, cercando di spiccare per creatività.
Ovviamente, il parlare in gruppo presuppone minor tempo rispetto al normale colloquio; ciò significa dover acquisire maggiore capacità di sintesi.
Cercate di assumere un “ruolo” specifico nel gruppo, con rispetto.
Last but not least, omettete domande su compenso e ferie e non sottovalutate il linguaggio del corpo: non agitate le gambe e non incrociate le braccia; guardate, invece, l’interlocutore negli occhi, annuendo con partecipazione.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...