VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
VIRALI 21 DICEMBRE 2021

Il cane "lotta" contro il soffiafoglie: la scena è buffissima

Vicksburg, Mississippi. Siamo negli Stati Uniti e le immagini di qualche secondo che immortalano il cane che lotta contro il soffiafoglie fanno davvero morire dalle risate. Don Chisciotte contro i mulini a vento, a confronto, è un dilettante.

Si vede soltanto una testa fuoriuscire dal buco di una staccionata di legno: è un quattro zampe che – attirato dal rumore di un soffiafoglie – cerca di ‘aggredirlo’. Una lotta impari, considerando che la potenza del getto d’aria non permette all’animale protagonista del video di avvicinarsi. Smorfie buffissime, e involontarie, caratterizzano il volto del Boxer. Tutta colpa del macchinario! Ma non solo.

Perché non lasciare Fido da solo in giardino

Un episodio certamente divertente e che fa soltanto ridere, ma questa è l’occasione per parlare di quanto sia importante non lasciare da solo il proprio amico a quattro zampe in giardino. Si tratta pur sempre di un animale dalla forte componente istintiva. Può far del male a sé o agli altri, se non si rende conto di un pericolo in avvicinamento.

Oltretutto, ha bisogno di cure e attenzioni per uno sviluppo psicofisico adeguato. Infatti, siamo di fronte a un animale che ha la necessità di socializzare e di incanalare correttamente le proprie energie con regolarità. Per questo gli serve il supporto del proprio compagno di avventure bipede, colui che considera il ‘capobranco’.

Non è solo questa la questione, all’aperto il rischio che l’alimentazione del cane possa subire leggere o importanti variazioni è concreto. Questo può provocare dei malesseri. Gli sconosciuti, infatti, non sono sempre consapevoli di cosa possa mangiare o meno un pet. Per non parlare del fatto che ogni esemplare segue una dieta in base a esigenze specifiche.

Il cane ha bisogno di stare all’aria aperta, sì, ma non da solo. Meglio organizzare delle sessioni di gioco quotidiane al parco sotto casa, o anche in giardino. Un’oretta sotto la nostra supervisione e – perché no? – magari giocando insieme a lui. Lo stesso vale per le passeggiate. In altri momenti della giornata, lasciamo Fido a casa se dobbiamo uscire, ma non per troppo tempo: la solitudine è il suo nemico numero uno.

Morale della favola? Chi adotta un animale deve essere sicuro di avere le risorse per prendersene cura. Non soltanto dal punto di vista economico, ma anche morale. È un essere vivente dipendente dal proprietario, mai dimenticarlo.

Video tratto da: Reuters/ViralHog

28.822 visualizzazioni 28
Chiudi
Caricamento contenuti...